Pavia, fuochi d'artificio stoccati in modo pericoloso: maxi-sequestro di 200mila bengala e petardi

Operazione della Finanza resa nota dalla Procura: perquisiti tre depositi a Voghera, Mortara e Garlasco

Pavia, 7 dicembre 2023 - Oltre 2 tonnellate di materiale pirotecnico, con circa 200mila bengala, petardi e fuochi d'artificio. Tutto sequestrato dalla Guardia di finanza di Pavia, perché stoccato in depositi "con modalità altamente pericolose per l'incolumità pubblica".

La Procura di Pavia ha reso noto con comunicato stampa diramato oggi, giovedì 7 dicembre, l'esito dell'operazione "massa attiva", con tre indagati in stato di libertà per i reati di omissione colposa di cautele contro gli infortuni sul lavoro e fabbricazione o commercio abusivi di materiale esplodente. Si tratta dei legali responsabili dei tre depositi perquisiti, che si trovano a Voghera, Mortara e Garlasco.

Dal comando provinciale della Guardia di finanza di Pavia era stata avviata un'attività di monitoraggio, con l'avvicinarsi delle festività natalizie, sui flussi commerciali e di trasporto merci, individuando alcune attività commerciali che avevano acquistato gran quantità di fuochi d'artificio senza però disporre di strutture idonee allo stoccaggio. E quando i carichi sono arrivati a destinazione sono scattati i controlli delle Fiamme gialle, che hanno rilevato "l'assenza di impianti estinguenti ovvero l'impraticabilità delle uscite di sicurezza, co tutti i conseguenti gravi pericoli derivanti in caso di combustione o detonazione accidentale, considerata anche la vicinanza dei depositi di altre attività commerciali o abitazioni civili".