Natale spento a Pavia, vie dello shopping al buio: pochi negozianti hanno deciso di pagare le luminarie

Niente installazioni (per ora) nel centro storico, da corso Cavour a corso Mazzini e Strada Nuova. Il Comune: “Ci facciamo carico delle periferie”

Il centro di Pavia a Natale
Il centro di Pavia a Natale

Pavia – Tra 20 giorni sarà Natale, ma le principali del centro cittadino, corso Cavour, corso Mazzini e Strada Nuova sono ancora al buio. Non sono state ancora posate le luminarie che solitamente i commercianti pagavano. Pochi negozi hanno deciso di aderire alla proposta che una ditta privata ha formulato per ‘vestire a festa’ le strade. Di conseguenza vie come corso Garibaldi sono illuminate, mentre le strade delle struscio, no. Il caso è arrivato fino in Consiglio comunale attraverso un ordine del giorno presentato da Fratelli d’Italia e Pavia Prima nel quale si chiedeva al sindaco e alla giunta di fornire un contributo ai commercianti in modo da garantire l’installazione delle luminarie.

“Non lo abbiamo fatto per le altre strade – ha detto l’assessore al commercio Roberta Marcone – e non lo abbiamo mai fatto prima. Abbiamo messo luci agli ingressi della città e in periferia per portare allegria anche fuori dal centro, ma alle luminarie hanno sempre pensato i commercianti. L’anno scorso via Dei Mille era rimasta al buio perché non si erano accordati. Non sarebbe corretto dare un contributo ad alcuni e non ad altri”.

“Vorrei vedere una città illuminata e festosa per Natale – ha replicato Alice Moggi dai banchi dell’opposizione -. Purtroppo nelle strade principali ci sono sempre meno negozi e sempre più catene commerciali che diventa difficile coinvolgere su temi di questo tipo”.

Alla fine l’ordine del giorno è stato approvato con 26 voti favorevoli e un astenuto, ora sarà una corsa contro il tempo per avere le luminarie anche nelle vie che sono ancora buie.