VALENTINA VERGANI GAVONI
Cronaca

Viaggio nel pianeta dei libri. Benvenuti al Festival delle Storie

La manifestazione coinvolge le 34 biblioteche della Brianza con letture, laboratori e spettacoli. Quest’anno saranno coinvolti anche i detenuti del carcere di Monza con un evento oltre le sbarre.

Viaggio nel pianeta dei libri. Benvenuti al Festival delle Storie

Viaggio nel pianeta dei libri. Benvenuti al Festival delle Storie

È tutto pronto per la terza edizione del Festival delle Storie, che con un libro vuole aprire le porte a tanti mondi diversi. Dal 23 settembre al 2 dicembre, nelle 34 biblioteche della rete di Brianzabiblioteche verranno ospitati eventi culturali di grande valore artistico e intellettuale. Letture, laboratori, spettacoli, conferenze, visite guidate e molte altre attività interattive avranno come obiettivo quello di riportare questa realtà al centro della vita sociale. "Il festival ha un valore sicuramente brianzolo e magari dall’anno prossimo andrà anche oltre la Brianza monzese – afferma Luca Santambrogio, presidente della Provincia –. Ci sarà anche un collegamento con il carcere". Un’iniziativa importante sottolineata da Cosima Buccoliero, direttore della casa circondariale di Monza: "Grazie per aver inserito la biblioteca del carcere in questo festival. E grazie anche per aver richiesto la collaborazione delle persone detenute". Gli artisti di diverse carceri del milanese esporranno i loro quadri all’interno delle ville brianzole che saranno aperte al pubblico da domani. Il filo conduttore del festival di quest’anno è l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, un programma sottoscritto dai Paesi membri dell’ONU per condividere l’impegno a garantire un presente e un futuro migliori: "Affronteremo la sostenibilità sotto il punto di vista sociale, ambientale ed economico – spiega Viviana Guidetti, presidente di Brianzabiblioteche e assessore alle Biblioteche di Monza –. Molto importanti sono i contatti sul territorio. Quest’anno abbiamo veramente tanti interventi che coinvolgono associazioni diverse. Ci sarà una mostra itinerante ed è particolare perché vuole evidenziare l’importanza della biblioteca proprio nel diffondere i valori dell’Agenda 2030".

In occasione del centenario di Italo Calvino è poi prevista una rappresentazione del “Barone Rampante“, il 4 ottobre. Ogni appuntamento è pensato a partire da uno dei 17 obiettivi dell’Agenda e offre l’opportunità di riflettere sulla nostra responsabilità nei confronti del Pianeta e dei suoi abitanti. Rispetto all’anno scorso il numero di eventi è passato da 70 a 90, per tutte le età. Tutti gli incontri sono gratuiti. "Con questa terza edizione il Festival delle storie è diventato un appuntamento fisso di Brianzabiblioteche – afferma Laura Beretta, coordinatrice della rete –. L’obiettivo è di restituire alle biblioteche il loro ruolo, facendole tornare ad essere un punto di riferimento per l’intera collettività. I risultati delle due edizioni precedenti sono positivi. I dati sulla partecipazione e sull’utilizzo dei servizi testimoniano l’importanza del Festival. Un mezzo fondamentale per presentare le biblioteche come centri vitali di cultura".