Un brindisi con la birra “speciale“

MONZA Al birrificio Alma di Monza la birra acquista il sapore del Natale. "In questo periodo – spiega Alberto Moreo, titolare...

Un brindisi con la birra “speciale“
Un brindisi con la birra “speciale“

Al birrificio Alma di Monza la birra acquista il sapore del Natale. "In questo periodo – spiega Alberto Moreo, titolare dell’azienda con Davide Montrasio – proponiamo la birra di Natale. È una preparazione ad alto grado alcolico, adatto a un periodo freddo, molto speziata con cannella, cardamomo, zenzero e scorza di arancia dolce. Ma è il malto tostato che dà l’aroma simile a liquirizia e cacao. Una birra che può essere conservata da 2 a 5 anni, per una degustazione in occasioni speciali, magari da un Natale all’altro". Ne sono stati prodotti circa 250 litri, tra fusti per la spillatura diretta e bottiglie. Disponibili anche al pub di via Pasubio dove sono anche coinvolti i ragazzi disabili della Rete Tiki Taka. Gli antichi stabilimenti dimessi della Simmenthal, con il loro gusto minimalista industriale acquistano un’aria di laboriosità chic, sotto la gestione di Simone Monzo, esperto di street food. L’apertura è andata sold out con centinaia di appassionati della birra e curiosi che hanno affollato il locale e le vie intorno, per assaggiare le birre Clara (la birra inglese semplice e delicata), Honolulu (da luppoli americani e neozelandesi), Nebula (lavorazione di origine Belga) e Straripa (inglese, Fruttata ma anche erbacea e leggermente terrosa) le specialità della casa. "Stiamo ipotizzando di fare i “giovedi inclusivi“ – anticipa Alberto –, serate in cui ci saranno al banco giovani disabili che potranno cimentarsi con il lavoro in una vera birreria". Si tratta di un altro progetto messo a segno dalla Rete Tiki Taka per far fare pratica ai ragazzi con disabilità in un contesto lavorativo a tutti gli effetti.

C.B.