Spenta la Stella di Dubai. Il circolino era un bar abusivo e ritrovo di pregiudicati

Risse e droga, la Questura ha disposto la sospensione dell’attività per 15 giorni. I carabinieri avevano trovato cocaina, hashish e melassa per narghilè: multa da 10mila euro.

Spenta la Stella di Dubai. Il circolino era un bar abusivo e ritrovo di pregiudicati
Spenta la Stella di Dubai. Il circolino era un bar abusivo e ritrovo di pregiudicati

Ufficialmente, si presentava come un circolo ricreativo, gestitoda marocchini. Con tanto di registro degli associati. Finto. In realtà, era un escamotage per fare da bar, senza alcuna autorizzazione. Ieri mattina, i poliziotti della Questura di Monza-Divisione Polizia Amministrativa e di Sicurezza, con i carabinieri della Stazione di Bovisio Masciago, hanno provveduto alla chiusura per una durata di 15 giorni nei confronti dell’Associazione di promozione Sociale “Stella di Dubai”. Il provvedimento cautelare è stato disposto dal Questore Salvatore Barilaro per motivi di ordine e sicurezza pubblica. In particolare, in occasione di un controllo effettuato all’interno dell’Associazione dai carabinieri della Stazione di Varedo unitamente a personale Nas e dell’Agenzia delle Dogane di Milano, lo scorso 22 dicembre erano state sequestrate 3 dosi di cocaina (1,85 grammi) e 2 dosi di hashish (1,30 grammi) e 1,898 kg di melassa e prodotti per essere fumati con pipa ad acqua–narghilè. È stata inoltre elevata una sanzione amministrativa di circa 10mila euro per lo stato igienico dei locali e per la mancanza della licenza per la somministrazione di bevande alcoliche. Il locale è risultato essere tra l’altro abituale ritrovo di persone gravate da precedenti di polizia per gravi reati, dallo spaccio alla rapina, dal porto abusivo di armi, alla minaccia, maltrattamenti in famiglia e immigrazione clandestina.

Gli abituali frequentatori del locale hanno più volte provocato gravi turbative per l’ordine pubblico: musica ad alto volume fino a notte inoltrata, urla e risse.