FABIO LUONGO
Cronaca

Chi era Riccardo Vinci, il sedicenne di Macherio morto in ospedale dopo l’incidente a Lissone

Ricky, studente dei Salesiani, era stato atleta del Roller. La notizia ha sconvolto l’oratorio e tutta la comunità. Il ricordo del sindaco Redaelli

Il luogo dell'incidente a Lissone

Il luogo dell'incidente a Lissone

Macherio (Monza), 30 gennaio 2024 – Non ce l’ha fatta Riccardo Vinci, il ragazzo 16enne di Macherio rimasto vittima di un gravissimo incidente stradale sabato sera a Lissone, mentre era in sella alla sua moto. Il giovane è morto ieri all’ospedale San Gerardo di Monza, dove era ricoverato in prognosi riservata. Tanto lo sgomento e la commozione a Macherio, dove Riccardo viveva insieme alla famiglia.

Il 16enne era abbastanza conosciuto in paese, principalmente nell’ambito dell’oratorio e dell’associazionismo sportivo: fino a qualche anno fa era stato un atleta del Roller Macherio, la società locale di pattinaggio a rotelle. Anche la famiglia è nota: la mamma ha un negozio in un’altra cittadina della Brianza e il padre è titolare di un’azienda di autotrasporti.

Il giovane, che ora studiava dai Salesiani, ha fatto tutte le scuole a Macherio: la notizia della sua tragica scomparsa ha sconvolto i coetanei che lo conoscevano e gli ex compagni di scuola. In tanti in paese ieri, all’arrivo della notizia, sono rimasti increduli e abbattuti dal dolore.

"È una tragedia che scuote tutta la comunità e me personalmente, visto che conosco tutta la famiglia – dice il sindaco Franco Redaelli –. Un dramma che scuote tutti i cittadini. La morte di un ragazzo di 16 anni è sicuramente una tragedia che nessuno vorrebbe mai dover affrontare. Purtroppo siamo costretti a convivere anche con questi drammi, dobbiamo trovare nell’affetto e nella vicinanza dei familiari, degli amici e delle persone care la forza per continuare ad andare avanti".

Il tremendo incidente è avvenuto sabato, intorno alle 20.40, in via Di Vittorio a Lissone, nel quartiere don Moscotti, a poca distanza dalla frazione di Bareggia.

Il giovane era in sella alla sua moto quando si è trovato addosso un’auto guidata da un uomo di 70 anni: lo scontro è stato violento e il ragazzo è stato sbalzato sull’asfalto.

Immediato l’intervento dei soccorsi, con l’ambulanza che ha trasportato il giovane d’urgenza, in codice rosso, al pronto soccorso, in condizioni che sono apparse subito gravissime. Poi due giorni di apprensione, fino al tragico epilogo di ieri. La data dei funerali non è ancora stata fissata.