Niente ritardi, si paga in anticipo. Il Comune più rapido e virtuoso

Fornitori saldati a tempo record, non si accantonerà un euro nel fondo di garanzia dei debiti commerciali

Niente ritardi, si paga in anticipo. Il Comune più rapido e virtuoso

La sindaca di Seveso, Alessia Borroni, è molto soddisfatta nel 2024 la città non accantonerà un euro nel fondo di garanzia dei debiti commerciali

Il Comune di Seveso è un Comune virtuoso, infatti i fornitori pagano in anticipo prima dei tempi stabiliti dalla legge. Anzi, molto prima. Tutte le pubbliche amministrazioni sono tenute a pagare le fatture entro trenta giorni dalla data del loro ricevimento. Lo stabilisce il decreto legislativo n. 231/2002 che recepisce una direttiva europea volta a contrastare il ritardo nei pagamenti delle transazioni commerciali. Ma a Seveso non hanno problemi. In questo 2024 la Città di Seveso non accantonerà un euro nel fondo di garanzia dei debiti commerciali. Questo avverrà grazie alla contabilità virtuosa degli uffici, puntuali nei pagamenti ai fornitori.

Seveso sia nel 2022 che nel 2023 ha uno stock dei debiti commerciali scaduti pari a zero e, a fronte di un importo di fatture ricevute nello scorso anno pari a oltre 10 milioni di euro, ha fatto registrare un ottimo risultato nella tempistica dei pagamenti. L’indicatore di ritardo dei pagamenti è di “meno 11 giorni“ rispetto al termine di 30 giorni stabilito dalla legge, che indica che il Comune di Seveso paga in media i suoi fornitori dopo 19 giorni (30-11). Parametri che denotano la validità della macchina comunale e del coordinamento esistente fra i vari uffici con la Ragioneria. Questo nonostante il personale sia ancora sottodimensionato (del 10 per cento), ma in evoluzione, rispetto alle concrete necessità. Oggi il Comune di Seveso conta 81 dipendenti, numero in crescita rispetto al gennaio del 2022 visto che negli ultimi due anni (fino al 31/12/2023) le assunzioni sono state 29 a fronte delle 22 cessazioni di rapporto per varie motivazioni.

La sindaca Alessia Borroni è molto soddisfatta di questo risultato e commenta: "Ringrazio l’impegno della dirigente dell’area finanziaria che grazie alle sue competenze e alla sua tenacia è riuscita a trasmettere la passione e la migliore metodologia di lavoro anche agli altri uffici su un aspetto cruciale sia per la macchina comunale che per i servizi ai cittadini. I dati parlano chiaro, gli indicatori sono elementi oggettivi che testimoniano la bontà e il buon funzionamento del processo di pagamento oltre alla dimostrazione che la pubblica amministrazione, contrariamente a quanto si pensa comunemente spesso sbagliando, se ben organizzata, può rispondere ai più alti standard di efficacia ed efficienza".