I. dati sono. forniti dalla piattaforma di intermediazione per le ristrutturazioni edilizie. FaberExpert.com
I. dati sono. forniti dalla piattaforma di intermediazione per le ristrutturazioni edilizie. FaberExpert.com
di Antonio Caccamo E’ corsa alle ristrutturazioni con l’ecobonus del 110% nella provincia di Monza e Brianza. Le richieste sono aumentate del 700% rispetto alla fase di pre-emergenza coronavirus.Un pò di ossigeno per le imprese del mattone. Si contano 173 domande da giugno ad agosto (in Italia 1.643) contro le 24 registrate tra marzo e maggio. A livello nazionale la crescita è stata "solo" del 380% nel mese di giugno rispetto a maggio. Sono i dati forniti da...

di Antonio Caccamo

E’ corsa alle ristrutturazioni con l’ecobonus del 110% nella provincia di Monza e Brianza. Le richieste sono aumentate del 700% rispetto alla fase di pre-emergenza coronavirus.Un pò di ossigeno per le imprese del mattone. Si contano 173 domande da giugno ad agosto (in Italia 1.643) contro le 24 registrate tra marzo e maggio. A livello nazionale la crescita è stata "solo" del 380% nel mese di giugno rispetto a maggio. Sono i dati forniti da FaberExpert.com, piattaforma di intermediazione per le ristrutturazioni edilizie lanciata dalla startup Format Strategy. In Brianza si è registrato un boom di domande subito dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del provvedimento sui lavori di efficienza energetica previsto dal Decreto Rilancio.

Tra le tipologie di intervento, monzesi e brianzoli hanno presentato domanda in larga per pareti verticali (43%), cioè per le facciate degli edifici da coprire con un cappotto. Seguono le pareti orizzontali o inclinate, vale a dire il tetto (29%) e i serramenti (29%). Fanalino di coda le caldaie a condensazione (14%).

L’interesse è cresciuto in maniera esponenziale: "per la categoria pareti verticali è decuplicato, se si considerano i dati Enea, pubblicati nel 2019 che registravano in Lombardia per questo tipo di interventi il 4% delle richieste", spiega Marcello Marino, fondatore di FaberExpert.com. L’impatto degli incentivi fiscali sul risparmio energetico per gli italiani è storicamente più significativo rispetto alla forza che tali misure hanno negli altri stati europei. La possibilità di usufruire di agevolazioni è una leva più determinante in termini di ristrutturazioni in Italia che in altri paesi europei.

Dal rapporto annuale Enea sull’efficienza energetica 2019 emerge che nel nostro Paese tra il 2014 e il 2018 le detrazioni fiscali hanno contribuito per il 39% sul risparmio energetico totale, contro il 18% dell’Europa. "Per coloro che intendono sfruttare gli incentivi statali, tra cui Ecobonus al 110% e Sismabonus, il portale FaberExpert.com è particolarmente utile perché permette di selezionare le imprese che offrono la cessione del credito con sconto in fattura del 100%, eseguendo quindi i lavori gratuitamente - racconta Marino - È prevista anche una sezione dedicata agli amministratori di condominio che controllano più immobili per semplificare la gestione di richieste multiple".