Metrotranvia fra cantieri e disagi: "Così mi hanno chiuso in trappola"

L’intervento avverrà in tre fasi: la prima partirà domani, l’ultima sarà avviata durante l’estate. Restringimenti e svolte obbligate: "Con queste recinzioni non c’è più spazio per le auto dei clienti".

Metrotranvia fra cantieri e disagi: "Così mi hanno chiuso in trappola"
Metrotranvia fra cantieri e disagi: "Così mi hanno chiuso in trappola"

Dopo i ritardi e le polemiche, riprendono di buona lena le opere per arrivare alla realizzazione della Metrotranvia. Domani è previsto il via al cantiere DE12 in via Mazzini, in particolare lungo il tratto di carreggiata compreso tra l’intersezione con via SS. Siro e Materno (esclusa) e quella con via Carlo Alberto Dalla Chiesa. Un cantiere molto importante anche perché si trova nella stessa via dell’ospedale cittadino. L’intervento avverrà in tre fasi, di cui la prima della durata di 70 giorni, la seconda di 110 giorni, con decorrenza dal 24 febbraio 2024 e la terza della durata di 135 giorni, a partire dal 12 giugno 2024. Considerata la necessità di disciplinare la circolazione veicolare lungo il tratto di strada interessato dai lavori, il Comune ha emesso un’ordinanza: nel tratto compreso tra l’intersezione con via SS. Siro e Materno (esclusa) e quella con la via Dalla Chiesa, è istituito il restringimento della carreggiata e il divieto di sosta con rimozione forzata lungo le due corsie di marcia, con alternanza di chiusura secondo le varie fasi di cantierizzazione, dalle 8 di venerdì sino al termine delle opere, previsto per il 25 ottobre. "Nel medesimo tratto, a causa del notevole restringimento della carreggiata - spiega il Comune - per mantenere la transitabilità nei due sensi di marcia, verranno preclusi i transiti ciclo-pedonali, con obbligo di passaggio sui soli percorsi lasciati accessibili. Durante l’esecuzione dei lavori, il limite massimo di velocità viene ridotto a 30 Kmh". I veicoli che incrociano via Mazzini dovranno attenersi alle prescrizioni di svolta, a seconda delle indicazioni della segnaletica. A seguito del restringimento di via Mazzini, per rendere fluida la circolazione interessata dalla percorrenza di mezzi di soccorso, si impone l’obbligo di svolta a destra, verso nord, per i veicoli che da via Varese si immettono sulla via Mazzini, con possibilità di invertire il proprio senso di marcia a ridosso della rotatoria posta all’intersezione con via Dalla Chiesa. Sono poi previsti altri obblighi e novità temporanee nella circolazione: per quasi un anno sarà necessario porre massima attenzione alla circolazione nella zona dell’ospedale.

Nel frattempo anche i cantieri negli altri tratti iniziano a creare disagi e preoccupazioni, "mi hanno quasi chiuso dentro con tutte queste recinzioni - racconta una persona che gestisce un’attività lungo via Milano -, e non c’è più spazio per le auto dei clienti, i disagi iniziano a diventare importanti, speriamo che finiscano prima possibile".