Quotidiano Nazionale logo
26 apr 2022

"Libertà e giustizia, ieri come oggi i valori devono essere sostenuti"

Il sindaco Allevi ha ricordato anche il ruolo nella società di scuola, Terzo settore e associazionismo

Dopo due anni di limitazioni imposte dalla pandemia ritorno in piazza in presenza
Dopo due anni di limitazioni imposte dalla pandemia ritorno in piazza in presenza
Dopo due anni di limitazioni imposte dalla pandemia ritorno in piazza in presenza

Il ritorno in piazza assieme dopo due anni di limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria e una nuova guerra d’aggressione in Europa, non così diversa per ingiustizia e violenza subita oggi dalla popolazione ucraina da quella terminata 77 anni fa per gli italiani. AI raduno attorno al monumento ai Caduti di piazza Trento e Trieste il riferimento costante è alla situazione contemporanea vissuta in Ucraina. Il sindaco Dario Allevi ha ricordato i valori di quella primavera del 1945 "quando l’Europa sconfisse il nazifascismo", facendo riferimento alla guerra di oggi in Ucraina e ai "valori condivisi della libertà, della giustizia e della coesione sociale. Sono gli stessi valori che ci fanno dire che il popolo ucraino è stato aggredito e che, pertanto, la sua resistenza va sostenuta, convinti come siamo che credere nella pace non significa arrendersi di fronte alla prepotenza". Allevi ha salutato un gruppo di donne ucraine presenti in piazza e ospitate dalla rete di accoglienza organizzata in città. È stato infine ricordato il ruolo della scuola, dell’associazionismo e del Terzo settore nel trasmettere valori di una società libera e solidale .

M.Ag.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?