Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
26 mag 2022

L’appello dei sindacati: scuola impegno sociale, ambiente e salute

Lettera aperta di Cgil, Cisl e Uil ai 32 candidati sindaco degli 8 Comuni brianzoli al voto il 12 giugno "Inserire nei programmi attenzione alle fragilità del territorio messe in luce da guerra e pandemia"

26 mag 2022
martino agostoni
Cronaca

di Martino Agostoni Attenzione alle fragilità del territorio e impegno sociale, quindi la buona occupazione, la scuola e la rigenerazione urbana. Sono i temi prioritari da affrontare a Monza e in Brianza secondo i sindacati provinciali, questioni che dovrebbero entrare nei programmi elettorali per amministrare i Comuni del territorio e che sono infatti state mandate in questi giorni a tutti i 32 candidati sindaco impegnati nelle campagne elettorali degli 8 Comuni brianzoli che il 12 giugno andranno al voto. Una lettera aperta firmata dai segretari generali di Cgil Monza Brianza, Cisl Monza Brianza Lecco, Uil Monza Brianza e delle rispettive categorie dei pensionati in cui le organizzazioni sindacali chiedono "impegni programmatici" su temi considerati prioritari legati soprattutto alle questioni sociali, ambientali e della salute. "Unitariamente – spiega una nota delle segreterie provinciali delle sigle confederali – i sindacati si rivolgono ai futuri amministratori individuando le fragilità del territorio brianzolo messe in luce dalla pandemia e indicando una serie di proposte per dare risposte concrete alle cittadine e ai cittadini, con particolare attenzione alla popolazione anziana e a quella più fragile. A tale contesto di difficoltà si è sommata l’incertezza dovuta alla crisi in Ucraina". Sono circostanze che, secondo Cgil, Cisl e Uil territoriali, rischiano "di compromettere quella coesione sociale che la nostra comunità ha sempre cercato di garantire" e a cui bisogna rispondere "con la dovuta consapevolezza e responsabilità" anche a livello locale. Le organizzazioni sindacali chiedono ai candidati sindaci "un confronto sulle misure per affrontare le diverse povertà che la crisi ha fatto emergere in maniera sempre più evidente, a partire dalle necessità primarie", fino ai bisogni strutturali come il diritto alla casa, a un lavoro dignitoso e al benessere sociale. Quello che i sindacati chiedono è "un patto operativo territoriale" per un nuovo sviluppo della provincia: "Abbiamo l’urgenza di avviare un ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?