La curatrice fallimentare contro il Comune: "Piano illogico, resterà una landa desolata"

La curatrice fallimentare boccia la prospettiva verde del Comune di Villasanta, definendola "illogica" e "bucolica agreste". Propone un polo di interscambio ferro-gomma per migliorare ambiente e sicurezza nei trasporti.

La curatrice fallimentare contro il Comune: "Piano illogico, resterà una landa desolata"
La curatrice fallimentare contro il Comune: "Piano illogico, resterà una landa desolata"

La curatrice fallimentare dell’area Lombarda Petroli in liquidazione, Elisabetta Brugnoni (nella foto), boccia la prospettiva verde del Comune di Villasanta. Rispondendo alla documentazione dell’Amministrazione sul Pgt in vista della seconda conferenza sulla valutazione ambientale strategica, la curatrice ha inviato al sindaco di Villasanta, Luca Ornago, una risposta di 11 pagine in cui definisce "illogica" la proposta, partendo dalla prevista idea di una barriera vegetale (il cosiddetto corridoio ecologico) che impedirebbe "fisicamente all’area di collegarsi alla rete ferroviaria, amputandone in modo insensato e autolesionistico la vocazione principale". Un progetto "bucolico agreste" come lo definisce Brugnoni, più adatto "ai poeti che agli urbanisti". "Il mercato non realizzerà nulla con le regole urbanistiche proposte – sostiene la curatrice fallimentare –. Se l’area rimarrà abbandonata, seppur bonificata con i soldi dei contribuenti, significa che il Pgt ha fallito il suo obiettivo, creando una landa desolata e abbandonata. La nuova proposta urbanistica abbozzata dell’area agricola, inoltre, ignora quasi completamente quanto deciso dal Tar nella sentenza che ha annullato il Pgt comunale del 2019 per eccesso di standard". Una decisione recentemente confermata anche dal Consiglio di Stato, che ha ritenuto non sufficientemente motivata la decisione di aumento degli oneri di urbanizzazione. La proposta sostenuta dalla curatela è, invece, quella di un polo di interscambio ferro-gomma che produrrebbe miglioramento ambientale e maggiore sicurezza nei trasporti.

S.T.