Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
22 apr 2022

In vendita i biglietti della F1 Monza chiama a raccolta i tifosi

Capienza dell’autodromo al 100%, 60.697 posti: si va dai 30 euro per il prato ai 742 della tribuna centrale. Conti in rosso di 15 milioni, obiettivo battere il record delle 200mila presenze certificate nel 2019

22 apr 2022
marco galvani
Cronaca

di Marco Galvani

Formula Uno, in vendita i biglietti del Gp del centenario. Alla vigilia del Gran premio a Imola, Monza si mette sul mercato per chiamare a raccolta tifosi e appassionati per l’appuntamento con il Gran premio d’Italia dell’11 settembre.

Capienza dell’autodromo al 100% tra i 60.697 posti fra tribune e gradinate e quelli prato. Obiettivo: battere il record delle 200mila presenze certificate nel 2019, l’ultimo anno prima del Covid. Poi c’è stato il 2020 a porte chiuse, con i cartonati dei tifosi sui gradoni per rendere meno impietose le immagini trasmesse in mondovisione. L’anno scorso a mezzo servizio: 46mila tifosi in quattro giorni.

E un bagno di sangue sui conti dell’autodromo: il Gp ha chiuso con un rosso di 15 milioni di euro. Ora la prospettiva è cambiata. L’organizzazione può cambiare marcia, proprio nell’anno del traguardo dei cento anni.

Un secolo di avanguardia, ricerca, tragedie, polemiche e successi. Il 3 settembre, il giorno esatto dell’inaugurazione nel 1922, quando il circus iridato correrà in Olanda, Monza festeggerà (idealmente) il compleanno del circuito. E inizierà la settimana che porterà al Gran premio d’Italia. Un evento che sta riscuotendo attenzione e interesse: clienti business e importanti player hanno già prenotato circa 40mila accessi.

Ora tocca (anche) ai tifosi: i biglietti si possono acquistare sul sito dell’autodromo www.monzanet.it con carta di credito, Satispay o bonifico online MyBank, tramite il rivenditore Vivaticket sul sito www.vivaticket.com, in 1.500 punti vendita italiani e 11 esteri (tra cui Dubai, Sidney, Londra e Singapore) e tramite telefono al numero verde gratuito 800905450, con l’assistenza di un operatore.

I prezzi? Si va dai 30 euro per un posto prato il venerdì (che diventano 89 euro per la domenica della gara) ai 742 euro per godersi il Gp dalla tribuna Centrale. Per gli abbonamenti, 99 euro il prato, 560 euro la Parabolica, 434 la variante Ascari fino ai quasi mille euro per la Centrale. Entro il 31 maggio è possibile usufruire di uno sconto sull’abbonamento sia tribuna sia prato, mentre sono previste riduzioni per i bambini fino a 11 anni. Per quanto riguarda, invece, i tifosi con difficoltà motorie, diversamente abili e i loro accompagnatori, sul sito dell’autodromo saranno pubblicate le modalità di accesso e i servizi di accoglienza e assistenza che saranno curati da una cooperativa sociale.

"Il ritorno del tradizionale entusiasmo dei tifosi di tutto il mondo per il Gran premio d’Italia è ormai una certezza grazie non soltanto al ripristino della piena capienza di tribune e prato, ma anche e soprattutto al fantastico ritorno sul podio della Ferrari – l’orgoglio di Giuseppe Redaelli, presidente dell’Autodromo di Monza –. L’edizione di quest’anno rimarrà nel cuore degli appassionati anche perché festeggeremo il centenario della costruzione del circuito e allo stesso tempo i 150 anni di Pirelli che, novità, è title sponsor del Gp. Il fine settimana sarà dunque emozionante per il pubblico presente in circuito, ma sarà pure una grande festa per tutto il territorio, con un programma ricco di intrattenimento anche fuori dalla pista. Sarà un significativo segnale di ringraziamento anche alle istituzioni e in particolare alla Regione Lombardia, sempre attenta e consapevole dell’importanza che il circuito ha per la Brianza e per l’economia dell’intera regione". Solo nel 2019, l’indotto del Gran premio di Formula Uno a Monza ha avuto un valore stimato di 120 milioni di euro.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?