Branding al femminile, il segreto del successo in rosa? Lo spiegano cinque amiche social

Dalla fotografa alla mental coach, fino all’esperta di marketing: un percorso dedicato all’utilizzo di Instagram per spingere le attività di imprenditrici e professioniste

Branding al femminile

Branding al femminile

Reinventarsi, si sa, è un’arte tipicamente femminile. La capacità di adattarsi a una nuova condizione, ma soprattutto la capacità di mettere insieme le proprie forze e peculiarità per raggiungere un risultato.

Qualcuno la chiama "women’s power": per Alessia Tonfoni, fondatrice del progetto e fotografa di Personal Branding di Villasanta, Betrice Cadario Valentina Peracchi, Lorenza Rossi e Beatrice Mazzuco è stata semplicemente la forza di realizzare un sogno, e la fortuna di essersi trovate per farlo insieme.

Nasce a Villasanta il progetto di Branding al femminile, che tra pochi mesi diventerà l’opportunità di portare la propria attività sui social grazie alla formazione e all’affiancamento. Il 16 gennaio verrà presentata con il primo evento dal vivo dedicato alla formazione di libere professioniste e imprenditrici nella location di Fondo Brugarolo a Sulbiate. Perché oggi il mondo e gli affari viaggiano sui social e certamente quello di Instragram è uno dei mezzi più efficaci per promuoversi.

Così che le cinque professioniste (poi diventate anche amiche) hanno dato vita a questo progetto imprenditoriale (www.brandingalfemminile.it) dove aiutano altre professioniste a promuoversi, a far conoscere quella vetrina virtuale che nei pochi centimetri quadrati dello smartphone permette loro di conquistare il mercato. Una bella storia di impresa in rosa che vede come protagoniste Alessia Tonfoni, fotografa di Villasanta; Beatrice Cadario, ex dipendente in un grande ufficio marketing che dopo la nascita del primo figlio si è vista costretta ad abbandonare il lavoro; Valentina Peracchi, Instagram marketing strategist; Beatrice Mazzucco, mental coach; Lorenza Rossi, Instagram coach.

Un sogno nato da un incontro: quello avvenuto nel maggio 2021 dalla conoscenza (inizialmente per motivi professionali) di Alessia con Beatrice Cadario. "Ero andata da Alessia con il mio bimbo per fare alcune foto per la festa della mamma – ha raccontato Beatrice –. Chiacchierando ci siamo raccontate le nostre storie e pian piano è nata anche un’amicizia. Io volevo comunque continuare a lavorare, e mi sono reinventata libera professionista utilizzando tutte le competenze che avevo appreso nella mia passata esperienza professionale. Volevo realizzarmi nel mio lavoro, ma al tempo stesso amo essere mamma, tanto che dopo poco è nato anche il secondo figlio. Così mi sono messa in proprio".

Alessia già da tempo coltivava l’idea di promuovere un progetto imprenditoriale su Instragram, così che a settembre è nato Branding al femminile. "La professionista si rivolge a noi per imparare a promuovere la sua attività professionale su Instragram – spiegano Alessia e Beatrice –. Prima di tutto facciamo un colloquio conoscitivo. Si cerca di individuare e creare l’anima del suo personal brand e poi trasformarlo in strategia di marketing. L’obiettivo è attrarre il cliente attraverso Instagram, e imparare anche a gestire poi questo tipo di social".

Da qui l’idea di avviare anche un vero e proprio percorso formativo dedicato all’utilizzo di Instagram: un corso di tre mesi durante il quale si apprendono tutti i segreti di questo social network e come utilizzarlo per fare business. Così che le clienti, sotto la direzione delle cinque professioniste, imparano a come scrivere un post, a che tipo di foto postare, a come attrarre le persone. "Siamo molto felici della risposta delle persone. Abbiamo già molte clienti che si sono rivolte a noi. Non solo giovani professioniste, ma anche over 50 e persino una over 60 che, con grande coraggio e con spirito di intraprendenza, hanno deciso di rimettersi in gioco anche nel mondo del lavoro".