I vandali del quartiere Cazzaniga. Squarciate 64 gomme in una notte

Le mamme di scuola e asilo scrivono al Comune: "Le nostre automobili danneggiate e ripulite"

I vandali del quartiere Cazzaniga. Squarciate 64 gomme in una notte

I vandali del quartiere Cazzaniga. Squarciate 64 gomme in una notte

Ventuno macchine con le gomme tagliate, tutte e quattro. Con una lama di coltello.

Atto vandalico l’altra notte, tra martedì 12 e mercoledì 13 in via Debussy, non lontano dall’ospedale San Gerardo.

Risveglio amaro per i proprietari delle auto, tutti residenti nella zona.

Non è la prima volta. Un caso analogo era accaduto di recente. Anche se su meno vetture (una dozzina), nella stessa zona.

E non solo.

Nel quartiere Cazzaniga ci sono una scuola primaria, una scuola dell’infanzia e un asilo nido.

E i genitori dei bambini che li frequentano si sentono sotto scacco. "Quando andiamo a portare i figli o a riprenderli nel pomeriggio non sappiamo mai cosa può accadere. Gomme bucate, vetri o finestrini rotti. Furti nell’abitacolo. È angosciante".

A gennaio, un gruppo di genitori aveva presentato una petizione e inviato una lettera all’assessore alla Sicurezza, Ambrogio Moccia.

La richiesta è di installare telecamere e assicurare il passaggio frequente in determinate fasce orarie di agenti della polizia locale a scopo quanto meno dissuasivo.

Nella stessa notte sono state anche danneggiate anche le recinzioni del campo da calcio a poca distanza dal parcheggio a lisca di pesce di via Debussy.

Gli agenti della Squadra Volanti della Questura di polizia di Monza e Brianza stanno indagando.

La sensazione è che il possibile vandalo sia esterno alla zona.

Gli occhi puntano anche sulle frequentazioni del giardinetto pubblico, definite sospette da qualche abitante della zona.

Qualche giorno fa anche cinque infermieri dell’ospedale San Gerardo si erano ritrovati con le gomme delle auto squarciate nel parcheggio riservato poco distante, all’ospedale.

Qualcuno ricorda anche un fatto pittoresco quanto inquietante, rappresentato dall’esplosione regolare di petardi a tarda sera negli scorsi mesi.

Il timore è che possa esserci un collegamento fra i diversi atti vandalici, anche se pare siano in corso indagini ad ampio raggio per intercettare i responsabili anche di altri danneggiamenti di pneumatici segnalati in altre zone della Brianza.