MARCO GALVANI
Cronaca

I bolidi prima delle ruspe. Festa di fine anno col rally

Il primo weekend di dicembre lo spettacolo delle finali dei campionati italiani. Poi il via ai lavori di sistemazione dei sottopassi e riasfaltatura della pista.

I bolidi prima delle ruspe. Festa di fine anno col rally
I bolidi prima delle ruspe. Festa di fine anno col rally

Mentre oggi davanti al Tar della Lombardia si torna a discutere del destino di 3 tribune in tubi Innocenti che il Comune ha chiesto di rimuovere, in autodromo proseguono i grandi preparativi per la festa di fine anno. Come tradizione, la stagione dei motori si chiude con il Rally di Monza. Appuntamento il primo weekend di dicembre con le finali del Campionato italiano assoluto rally Sparco e del Campionato italiano rally terra: i 100 equipaggi dovranno affrontare 80 chilometri su 10 prove speciali tra veloci tratti di pista e tecnici fuori strada nel Parco di Monza in un percorso che prevede il 44% di asfalto e il 56% di sterrato. Dopo aver ospitato, nel 2020 e 2021, l’atto finale del Mondiale Rally WRC, Monza torna ad essere protagonista nei rally nazionali. Un ’abbinamento’ che inizia alla fine degli anni ’70, prima proprio con il Rally di Monza, poi, dal 2002, con il Monza Rally Show. Il via, venerdì 1 dicembre, verrà dato sul rettilineo di partenza del Tempio della Velocità prima di entrare nella Power Stage “Monza 1” di 2,53 chilometri. Nella prima giornata altre tre Prove Speciali: Junior 1, Serraglio 1 e Serraglio 2 per un totale di 36,1 chilometri. Sabato la PS5 Roggia 1 aprirà la giornata, seguita dalla Roggia 2, Junior 2, Monza 2, Junior 3 e Monza 3 che chiuderà la stagione del Campionato italiano assoluto rally Sparco e del Campionato italiano rally terra prima della premiazione sull’iconico podio di Monza. L’ingresso sarà gratuito, con parcheggio a pagamento e accesso libero al paddock che si trasformerà nel parco assistenza del Rally.

Poi i motori resteranno spenti fino a maggio. Pista chiusa per lasciare campo libero al faraonico cantiere per la completa riasfaltatura del circuito, l’ampliamento dei sottopassi e la costruzione di un nuovo tunnel che dall’ingresso di Vedano collega direttamente all’area della parabolica interna. Un appalto che oltre 20 milioni di euro che - salvo imprevisti - dovrebbe essere assegnato entro fine mese. L’area di cantiere sarà affidata all’impresa vincitrice subito dopo il Rally.