Si comincerà entro la fine del mese
Si comincerà entro la fine del mese
di Fabio Luongo Si comincerà entro la fine del mese, mettendo mano prima alle riparazioni per passare poi alla sostituzione delle attrezzature più rovinate. Arriveranno così nuove altalene, nuove torri-scivolo, giochi a molla e percorsi sospesi. Il tutto con un impegno economico complessivo di 100mila euro. Prenderanno il via i lavori di riqualificazione delle aree gioco di una...

di Fabio Luongo

Si comincerà entro la fine del mese, mettendo mano prima alle riparazioni per passare poi alla sostituzione delle attrezzature più rovinate. Arriveranno così nuove altalene, nuove torri-scivolo, giochi a molla e percorsi sospesi. Il tutto con un impegno economico complessivo di 100mila euro. Prenderanno il via i lavori di riqualificazione delle aree gioco di una decina fra parchi e giardini pubblici della città. Le attrezzature installate saranno di un tipo pensato per resistere meglio all’usura del tempo e agli agenti atmosferici. "I montanti dei giochi - spiegano dal municipio - sono realizzati in compakt, una miscela di lolla di riso con plastica riciclata che va a costituire un composto durevole e resistente". A garantirne la qualità, anche il Catas Quality Award, l’attestazione rilasciata dall’importante laboratorio di certificazione dei prodotti di Lissone. Le aree giochi bisognose di manutenzioni sono state individuate dopo un check-up. Il piano, assicurano dalla Giunta, "si concluderà nel periodo estivo con la sostituzione delle attrezzature pericolose o ammalorate". I lavori prevedono la sistemazione delle strutture già presenti e non rovinate in modo irreparabile, così da metterle in sicurezza e permettere ai bambini di poterle utilizzare al più presto. È quanto avverrà al Laghetto di via Bottego, nei giardini di piazza IV Novembre, via Tarra, via Botticelli e nel parco Liberi Tutti. Poi si sostituiranno i giochi più compromessi. In via Salvator Rosa saranno collocate un’altalena, una torre con scivolo, una scala gioco e due panche; in via Copernico una torre multifunzione e un’altalena, in via don Minzoni torri, altalene, giochi a molla e percorsi sospesi. In via Pellico una torre con scivolo, in via Guido Sala una torre e un’altalena.

"Sono strutture di ultima generazione, verso le quali chiediamo il rispetto da parte di tutti", sottolinea il vicesindaco Marino Nava.