Falzone reinventa lo Stabat Mater

Il trombettista Giovanni Falzone reinventa il capolavoro sacro di Pergolesi, "Stabat Mater", in chiave contemporanea a Villasanta, con un ensemble di tromba, trombone, fisarmonica e elettronica. Un evento magico organizzato da Musicamorfosi e il Comune.

Falzone reinventa lo Stabat Mater

Il trombettista Giovanni Falzone reinventa il capolavoro sacro di Pergolesi, "Stabat Mater", in chiave contemporanea a Villasanta, con un ensemble di tromba, trombone, fisarmonica e elettronica. Un evento magico organizzato da Musicamorfosi e il Comune.

“Around Pergolesi“: il trombettista Giovanni Falzone reinventa in chiave contemporanea lo “Stabat Mater“ per il pubblico di Villasanta. Sabato 13, alle 21, il trombettista e compositore siciliano rileggerà alla sua maniera il capolavoro vocale sacro scritto nel 1736 da Giovanni Battista Pergolesi, intrecciando costantemente antico e moderno, jazz e musica contemporanea.

Con lui si esibiranno il trombonista Andrea Andreoli e il fisarmonicista Nadio Marenco. Appuntamento nella chiesa di Sant’Anastasia, in via Padre Reginaldo Giuliani 8, (ingresso libero) per un magico evento organizzato da Musicamorfosi in collaborazione con il Comune. Concepito in dieci piccoli quadri, il rifacimento dell’opera di Pergolesi ruota intorno all’intreccio costante tra antico e moderno, jazz e musica contemporanea. Nel rielaborare il materiale, Giovanni Falzone alterna continuamente blocchi inerenti alla partitura originale di Pergolesi a nuove composizioni ricavate da cellule tematiche da lui elaborate. L’organico, formato da tromba, trombone e fisarmonica, utilizzati sia in forma canonica sia in modo creativo e non convenzionale, genera già di per sé un impasto sonoro molto interessante; in più ai tre strumenti si aggiunge l’imprevedibile colore dell’elettronica: "Una scelta che amplifica le possibilità espressive, rendendo l’intero quadro sonoro sempre variabile e in continuo movimento – così ne parla Falzone –. Questo progetto rientra tra i lavori di reinvenzione denominati “Around“ che, nel corso degli anni, ho dedicato ad alcuni grandi maestri, da Bach a Verdi, da Rossini a Bizet, da Charlie Parker a Jimi Hendrix, da Ornette Coleman ai Led Zeppelin. Alla base di queste operazioni pulsa il desiderio di far incontrare e dialogare alcune tra le musiche che ho incontrato, suonato e amato nel mio percorso da musicista". Soddisfatta Adele Fagnani, assessora alla Cultura: "Siamo molto contenti di poter ospitare a Villasanta un concerto così prestigioso con una straordinaria rielaborazione dello “Stabat Mater“, ad opera di Giovanni Falzone, grande musicista che abbiamo avuto modo di apprezzare in diverse occasioni anche sul nostro territorio. Ringraziamo il parroco di Villasanta, don Massimo Zappa, che ha accolto con entusiasmo questa proposta musicale, consentendo di contestualizzarla nella chiesa parrocchiale di Sant’Anastasia, un luogo che si presta perfettamente al tipo di spettacolo in programma".

C.B.