Elezioni amministrative in Brianza, accordo sui candidati: il centrodestra rilancia il suo poker di sindaci uscenti

Nei sei Comuni sopra i 15mila abitanti sono quattro gli aspiranti al bis. Schierati finora 5 leghisti e un forzista, Michele Messina a Muggiò

Prime candidature ufficili per le elezioni amministrative

preparazioni seggio per elezioni comunali, Brescia 13 maggio 2023. Only Crew Filippo Venezia Fotolive

Monza, 24 marzo 2024 –  Il dado è tratto. Il centrodestra si compatta sui nomi dei candidati sindaci da schierare nei sei Comuni sopra i 15mila abitanti che andranno al voto l’8 e il 9 giugno

. I tre segretari provinciali, Luca Veggian per Forza Italia, Roberto Ceppi per Fratelli d’Italia e Andrea Villa per la Lega, hanno ufficializzano ieri l’accordo, che vede ricandidati tutti e quattro i sindaci uscenti: Emanuele Pozzoli a Besana Brianza, Giovanni Sartori a Bovisio Masciago, Mauro Capitanio a Concorezzo e Marco Citterio a Giussano.

Tutti e quattro sono espressione leghista, così come il quinto candidato sindaco: il consigliere uscente Massimo Bosisio ad Agrate Brianza, finora fortino del centrosinistra. Arriva invece dall’area di Forza Italia Michele Messina, ex assessore, candidato al Comune di Muggió per tentare il ribaltone dopo dieci anni di centrosinistra con la sindaca Maria Fiorito, a fine mandato.

"Siamo soddisfatti per il forte segnale di unità del centrodestra. Abbiamo scelto candidati di grande peso, competenza ed esperienza, che rappresentano tutte le anime della coalizione – dicono i tre coordinatori in un comunicato congiunto –. Siamo certi che in Brianza faremo un ottimo risultato e che il buongoverno di centrodestra sarà premiato dagli elettori anche in questa tornata elettorale delle amministrative 2024".

A breve verranno definiti e resi noti gli accordi per i 25 municipi più piccoli (saranno ben 31 i Comuni al voto in Brianza a giugno), dove non è previsto il turno di ballottaggio e basta ottenere un voto in più degli avversari per riuscire a ad accomodarsi sulla poltrona di sindaco.

"Si riparte da domani secondo il principio di massima per cui dobbiamo correre ovunque insieme, come nei sei Comuni maggiori, perché quando il centrodestra è unito è vittorioso – spiega il forzista Veggian –. Sui temi locali non ci sono grosse distanze, per trovare l’accordo ci dev’essere un’equa distribuzione dei candidati, come vedremo in questi nuovi tavoli di confronto".

“Abbiamo riconfermato i quattro sindaci uscenti – conclude Veggian – e in più siamo riusciti a scegliere gli altri due candidati nei Comuni dove non amministriamo puntando su competenza ed esperienza. Messina è candidato a Muggiò per vincere, così come ad Agrate dopo 25 anni di centrosinistra penso che abbiano bisogno di cambiamenti, grazie anche al supporto delle liste civiche. Un’esperienza che ci ha chiesto Forza Italia, sostenendo la necessità di aggregare elementi civici che corrisondano ai nostri valori moderati. E a Muggiò Messina sta costruendo proprio una lista civica".