Cemento sotto sfratto. Ex cotonificio Cederna. Un nuovo parchetto al posto di un palazzo

La riqualificazione dell’area prevede un solo condominio e una biblioteca

Cemento sotto sfratto. Ex cotonificio Cederna. Un nuovo parchetto al posto di un palazzo
Cemento sotto sfratto. Ex cotonificio Cederna. Un nuovo parchetto al posto di un palazzo

Meno cemento e più verde. Prende un indirizzo green la variante approvata dalla Giunta al piano di riqualificazione dell’ex Cotonificio di Cederna, che ora al posto di uno degli edifici previsti vedrà realizzato un parchetto pubblico attrezzato, che andrà a integrarsi alla nuova ampia palazzina residenziale di via Giacosa, edificata praticamente a ridosso, e alla nuova biblioteca. In questo modo, su indicazione diretta del soggetto attuatore, la superficie dell’area a uso pubblico passerà da 11.255,16 a 11.931,59 metri quadri, con il placet del Comune che ha accettato di buon grado di aumentare il verde pubblico. Si tratta di un’ulteriore variante al piano dopo che già era stata modificata la destinazione d’uso dell’edificio che diventerà una biblioteca. "Oltre alla biblioteca e al nuovo parchetto, l’altra novità è che non si fanno più due palazzine residenziali ma una sola più grande, per avere una quota di spazio verde maggiore - spiega l’assessore al Governo del territorio Marco Lamperti -. La variante al piano vuole garantire più spazi pubblici per la cittadinanza, che ora potrà beneficiare di un nuovo spazio inizialmente non previsto. Il cambiamento va dunque nella giusta direzione. Sarà un’operazione di riqualificazione edilizia, di ristrutturazione urbanistica e risanamento ambientale in linea con le nostre politiche per le aree dismesse".

Prende dunque forma l’idea di un’area i cui usi si divideranno tra cultura, svago e residenzialità. La biblioteca di 1.000 mq è destinata a diventare polo culturale dell’intero quartiere. Al piano terra vedrà sorgere isole tematiche, salottini di lettura, emeroteca e spazio ristoro, con ampie aree destinate ai bambini e ai loro accompagnatori, arredate di accessori e di una grande sala polifunzionale annessa per laboratori e giochi. Al primo piano ci saranno invece una sala studio, un’area adolescenti e make-lab, scaffalature per libri e pubblicazioni editoriali e aule per la didattica, mentre l’area interrata sarà abitata da un ampio magazzino. Gli spazi attigui, di circa 500 mq, saranno invece a uso polifunzionale ed espositivo. I lavori per la nuova palazzina residenziale di via Giacosa sono già in corso e dovrebbero terminare entro agosto 2025, mentre per la biblioteca bisognerà attenderela fine del 2025.