ILARIA CHECCHI
Milan

Milan, contro l’Empoli la parola d’ordine è umiltà

Domani sera la sfida con i toscani dopo il poker contro il Napoli, Pioli: “Dovremo giocare sempre come al Maradona”

Stefano Pioli

Stefano Pioli

Milano, 6 aprile 2023 - Parola d’ordine: umiltà. È questo il motto in casa rossonera alla vigilia della sfida casalinga contro l’Empoli: “È determinante, le partite si vincono con atteggiamenti giusti, determinazione e qualità. Dobbiamo essere umili perché anche il campionato è importante”, avverte Stefano Pioli.

Serve continuità

Dopo il successo del Maradona di Napoli, il Diavolo deve dare continuità di risultati per non complicare la lotta Champions e prepararsi al meglio ai 180 minuti decisivi contro i partenopei ai quarti di finale: “Come non pensarci? Il campionato è troppo importante, per rendere pesante la vittoria di domenica dobbiamo fare altri risultati positivi. Dovremo giocare sempre così, questi due mesi saranno decisivi. Spalletti ha detto che il Milan è andato a Napoli con il gran timore di perdere? Non devo commentare e non devo parlare del Napoli ora, pensiamo solo all’Empoli”, la chiosa del tecnico emiliano. La squadra di Zanetti non va sottovalutata soprattutto perché il Diavolo ha dimostrato più di una volta di soffrire con le “piccole” e anche la gara del Castellani è stata raddrizzata solo nei minuti finali da Ballo-Touré.

Razzismo

Inevitabile toccare l’argomento dei cori razzisti a Lukaku durante la gara con la Juventus: “Posso dire che è un grande dispiacere. Ho tanti amici che vanno allo stadio con rispetto, ma mi dispiace moltissimo perché il calcio e lo sport vanno vissuti con spirito diverso. Se certe situazioni continuano dovremo prendere dei provvedimenti”.

Occhi puntati su Baldanzi

Per quanto riguarda gli avversari, Pioli avverte: “L’Empoli gioca bene da tanti anni e propone il suo calcio, ha schemi consolidati ed è una squadra da affrontare con grande rispetto. Credo che siano due le caratteristiche a cui non possiamo rinunciare. La prima è la qualità, per giocare un calcio di alto livello, e poi c’è l’atteggiamento difensivo dei singoli con la pressione sugli avversari. Baldanzi? È un giocatore giovane e interessante”.

Per affrontare i toscani Pioli si affiderà alla formazione migliore possibile ma qualche cambio rispetto al Maradona ci sarà: "Per le mie idee e per come ho visto i giocatori qualche cambiamento ci sarà perché nei prossimi giorni giocheremo 4 partite ravvicinate, sarà inevitabile riposare”.

Diaz recuperato

Brahim Diaz, intanto, ha recuperato dal fastidio muscolare accusato al Maradona ("Ha fatto un paio di allenamenti a parte, ma è pronto per giocare. Non è un classico esterno, ma è di sicuro un’arma a disposizione. L’importante è che stia bene. Anche De Ketelaere può svariare come fa lui”) e il tecnico parmigiano si è soffermato su Rafa Leao: “Leao preferisce giocare a sinistra? Io non accontento un solo giocatore. A me aveva detto una cosa contraria, ma è importante che sia felice e che giochi col sorriso. Cerco di mettere in campo la squadra migliore dal punto di vista tecnico e tattico, per Rafa è importante stare bene e non deve essere preoccupato. Ha passato un momento difficile, in cui siamo stati tutti meno leggeri e a Napoli ha fatto benissimo”.

Rispetto al match contro gli azzurri dovrebbe rientrare Thiaw, al centro della confermatissima difesa a 4 al fianco di Tomori, e troverà spazio dal primo minuto Saelemaekers sulla destra alle spalle di Giroud con Leao a sinistra e uno tra Diaz e Krunic (o Bennacer come contro gli azzurri) al centro.

Krunic, affidabile e intelligente

Il tecnico ha poi elogiato i protagonisti del poker ai partenopei: "Per Krunic ci sono cose in campo che nemmeno numeri e immagini riescono a spiegare: fa giocare bene chi sta vicino a lui, è molto intelligente e mi interessa poco se non viene esaltato da altri. Io sono contento della sua affidabilità. Saelemaekers sta bene, è imprevedibile e si sa muovere con attenzione. Valuterò domani, ma può essere della partita. Bennacer? Può giocare anche più avanzato. Rebic e Origi sono di ottimo livello. Non hanno avuto, anche per mie scelte, la continuità, ma hanno la mia grande considerazione e su di loro con tanto”.

Un pensiero per Berlusconi

Durante la conferenza stampa di presentazione del match, Pioli ha poi dedicato un pensiero a Silvio Berlusconi, ex presidente rossonero: "Siamo tutti preoccupati, anche se non abbiamo notizie molto precise. Ci stringiamo a lui e speriamo possa riprendersi e tornare presto anche allo stadio”.

Probabili formazioni, orario e tv 

Milan (4-2-3-1): Maignan, Calabria, Thiaw, Tomori, Theo Hernandez, Tonali, Krunic, Saelemaekers, Bennacer, Leao, Giroud. All. Pioli. Empoli (4-3-1-2): Perisan, Ebuehi, De Winter, Luperto, Parisi, Fazzini, Marin, Bandinelli, Baldanzi, Caputo, Satriano. All. Zanetti.

TV: Venerdì 7 aprile, calcio d’inizio alle 20.45. Diretta tv su Dazn e su Sky attraverso i canali Sky Sport Uno (201) Sky Sport Calcio (202) e Sky Sport 4k (213).

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro