PARABIAGO di Luca Di Falco Sono usciti i calendari della Serie A per il Rugby Parabiago, che alla prima giornata affronterà tra le mura amiche Alghero. Nella 2ª giornata i Galletti saranno di scena per la prima trasferta stagionale del girone 1 dal VII Rugby Torino. Questo il commento di coach Massimo Mamo riguardo al cammino che dovrà intraprendere la...

PARABIAGO

di Luca Di Falco

Sono usciti i calendari della Serie A per il Rugby Parabiago, che alla prima giornata affronterà tra le mura amiche Alghero. Nella 2ª giornata i Galletti saranno di scena per la prima trasferta stagionale del girone 1 dal VII Rugby Torino. Questo il commento di coach Massimo Mamo riguardo al cammino che dovrà intraprendere la sua squadra: "Abbiamo ritrovato un calendario simile a quello delle stagioni precedenti, tranne l’Accademia Francescato. Di certo non sarà semplice tornare a giocare con la pressione del risultato dopo tanto tempo". I rossoblù hanno ripreso ad allenarsi per la preparazione precampionato: "I ragazzi stanno lavorando bene, si stanno preparando in maniera soddisfacente e vogliono farsi trovare pronti per le prime uscite amichevoli quando il 26 il Cus Milano verrà a farci visita. Poi il 3 andremo a far visita al Romagna Rugby e il 10 giocheremo con il Varese. Dopo queste tre amichevoli avremo, probabilmente, le idee un po’ più chiare su cosa potremo fare. Cercheremo di giocare sempre per dare il massimo, poi la risposta la darà il campo, considerato che c’è sempre l’incognita dell’avversario".

La squadra ha avuto degli innesti importanti, eleggendo anche un nuovo capitano: "Il gruppo ha scelto e accettato bene la nomina di Mikaele Joshua. Ho la fortuna di allenare un gruppo coeso. Sono arrivati dei rinforzi argentini, che sono anzitutto degli ottimi ragazzi, che si sono ben ambientati e prima di tutto sotto il punto di vista umano questo è positivo per lo spogliatoio. Potranno contribuire a darci qualcosa in più tecnicamente". Coach Mamo sta dando una mano all’Under 19 di Andrea Musazzi e con le squadre dell’Under 13 e 15 al Parabiago si stanno cambiando le forme di lavoro con i giovani per migliorare sempre di più.