Festa scudetto Inter, Dumfries e lo striscione contro Theo: “È stato un errore”. Ma niente scuse al milanista

L’olandese ha pubblicato un post su Instagram in cui ha definito “assolutamente non intelligente” la scelta di alzare il cartellone con “un’immagine inappropriata”. Nessun riferimento al rivale francese

Dopo il polverone (e un fascicolo aperto dalla Procura Figc), le scuse. O almeno qualcosa che ci si avvicina molto. Denzel Dumfries ha pubblicato su Instagram un lungo post di pentimento per lo striscione esposto durante la parata scudetto dell’Inter. L’esterno olandese aveva “raccattato” dalla marea di tifosi un cartellone che raffigurava il volto di Theo Hernandez, acerrimo rivale di ogni derby, sul corpo di un cane al guinzaglio proprio di Dumfries.

Dumfries e lo striscione offensivo
Dumfries e lo striscione offensivo

Così l’olandese, su Instagram, dopo aver ringraziato i tifosi per “uno dei giorni più belli della sua vita”, fa ammenda per l’ingenuità durante la festa: “Durante il corteo, ho tenuto in alto uno striscione che mostrava un'immagine inappropriata. Sono un giocatore che ama la rivalità nel calcio, è una parte cruciale di ogni partita. Mi rendo conto che tenere in alto lo striscione è stato un errore di giudizio da parte mia e assolutamente non intelligente. Ora però andiamo avanti concentriamoci su ciò che è stata la stagione più incredibile per l'Inter”.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro