Regione Lombardia, scontro in consiglio sul bilancio: seduta sospesa per due volte

Nervi tesi in aula durante la discussione sull’assestamento. Pd e M5S al “muro contro muro”

Milano, 26 luglio 2023 – Prosegue il duro scontro tra minoranza e maggioranza in Consiglio regionale durante l’approvazione dell’assestamento di bilancio 2023. Il presidente Alessandro Fermi si è visto costretto a sospendere per ben due volte la seduta per via del clima teso. 

Partito Democratico

“La destra in Regione non ci permette di votare impegni a sostegno dei comuni che hanno subito danni dagli straordinari fenomeni di maltempo di questi ultimi giorni. È evidente che fino a che sarà così saremo costretti a utilizzare in aula tutti, e dico tutti, gli strumenti a nostra disposizione per far sentire la nostra voce”. Lo dichiara a margine dei lavori Pierfrancesco Majorino, il capogruppo Pd che con oltre duemila emendamenti e 500 subemendamenti chiede interventi su crisi climatica, taglio delle liste d’attesa in sanità, sostegno al trasporto pubblico regione e all’economia lombarda, assegnazione delle case sfitte Aler.  

Cinque Stelle

“Le difficoltà del centrodestra stanno bloccando la Lombardia – spiega così il capogruppo del M5S Lombardia, Nicola Di Marco. Dopo cento giorni di nulla, avremmo dovuto votare l’assestamento al bilancio regionale come primo provvedimento di questa legislatura, ma i lavori sono spesso fermi e in aula regna il caos.

Regione Lombardia è impantanata a causa dall’arroganza del centrodestra, che ha chiuso ogni porta al dialogo sulle proposte dell’opposizione. A questo si sommano, come conseguenza, inciampi nella gestione dell’aula, rilevati sia da maggioranza che opposizione che a più riprese hanno chiesto il rispetto di diversi passaggi del regolamento, che rischiava di essere disatteso. Errori che hanno contribuito al clima di caos che regna in queste ore in Consiglio regionale”.