np_user_4025247_000000
Roberta Rampini
Politica

Cornaredo, il sindaco Yuri Santagostino si è dimesso

In arrivo il commissario straordinario fino alle amministrative del 2024

Yuri Santagostino
Yuri Santagostino

Cornaredo (Milano), 16 maggio 2023 – Il sindaco di Cornaredo, Yuri Santagostino, ha rassegnato le dimissioni con un anno di anticipo rispetto alla scadenza del mandato elettorale (maggio 2024).

Dopo giorni di indiscrezioni e voci mai smentite da parte sua, questa mattina il sindaco del Pd, alla guida di una giunta di centro-sinistra, al suo secondo mandato, ha protocollato le dimissioni, le ha inviate al Prefetto di Milano ed a tutti i consiglieri comunali. Poi ha reso pubblica la decisione con un post su Facebook.

Nessuna crisi politica all'interno della maggioranza, la decisione è stata presa per motivi personali, o meglio per un'opportunità professionale. "Spesso la vita ci riserva svolte imprevedibili. Per me questi ultimi mesi sono stati pieni di sorprese. La prima, la più bella è la crescita della mia famiglia che presto si allargherà. La seconda è una nuova sfida professionale che potrebbe diventare concreta molto presto - si legge - In altri momenti della vita avrei deciso con meno riserve e meno preoccupazioni. Oggi è diverso, l'impegno che ho assunto nove anni fa con cittadine e cittadini di Cornaredo è per me molto importante. Allo stesso tempo, però, sento che sono arrivato a un punto della mia crescita familiare e personale in cui non posso non prendere in considerazione alcune proposte e opportunità che si presentano. Per queste ragioni ho deciso di considerare seriamente un'opportunità di lavoro in ambito pubblico che mi si è presentata in questi giorni e ho preso una decisione importante: ho presentato le mie dimissioni dal ruolo di sindaco. Non so ancora cosa mi riserverà il futuro, ma so per certo quanto bello e entusiasmante siano stati questi 9 anni al servizio della mia comunità".

Santagostino, che è stato eletto la prima volta nel 2014 a soli 28 anni, entrerà nel Consiglio di Amministrazione di Cap Holding, in qualità di presidente della società pubblica che gestisce il servizio idrico, un incarico non compatibile con la poltrona di primo cittadino.

Cosa succede ora? Per i prossimi 20 giorni, come prevede la legge, Santagostino ancora nel pieno delle sue funzioni. Poi l'amministrazione sarà affidata a un commissario indicato dal Prefetto fino alle elezioni amministrative che si svolgeranno nella primavera 2024 quando i cornaredesi saranno chiamati alle urne per decidere il prossimo sindaco.