Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
2 giu 2022

Milan mercato: primo obiettivo blindare Leao

Con l'area tecnica pronta a essere confermata, i campioni d'Italia pensano al futuro: idea Zaniolo

2 giu 2022
ilaria checchi
Sport

Milano, 2 giugno 2022- Il numero uno di RedBird, Gerry Cardinale, ieri si è recato per la prima volta a Casa Milan da proprietario e ha incontrato le alte sfere dirigenziali rossonere. Il nuovo proprietario del Diabolo ha posto gli obiettivi futuri societari parlando di voglia di vincere e di contribuire a far crescere un club grandioso come quello rossonero.

Rinnovi

Il nuovo numero uno di via Aldo Rossi si affiderà, dunque, ancora a Paolo Maldini e Frederic Massara (i cui contratti saranno rinnovati nei prossimi giorni) oltre che a Ivan Gazidis che rimarrà anche nel nuovo assetto societario. Una volta sistemata la questione rinnovi, l'area tecnica potrà dunque lavorare a pieno ritmo sul mercato e una delle priorità è sicuramente quella di blindare Rafael Leao: il contratto del portoghese scade nel 2024 e c'è una clausola di 150 milioni ma l'ingaggio andrà ritoccato. I 4.5 milioni offerti qualche mese fa potrebbero non bastare ma i dialoghi con Mendes proseguiranno: PSG, Manchester City e Real Madrid si stanno muovendo e per questo, per tenere Leao sotto la Madonnina, servirà un ingaggio da top player e, di conseguenza, uno sforzo da parte della nuova proprietà.

Desideri


Il reparto offensivo di Pioli è sicuramente quello che necessita maggiori rinforzi: Nicolò Zaniolo, Charles De Ketelaere e Noa Lang del Bruges sono gli ultimi nomi inseriti sul taccuino rossonero (il secondo vale 20-22 milioni di euro, molto più caro il primo) ma per Maldini, ciò che conta, più del budget, è la progettualità, con Bremer e Renato Sanches già sondati. Per quanto riguarda il centrocampista offensivo della Roma in scadenza nel 2024 (ma ancora lontano dal rinnovo con i giallorossi) la prima offerta del Diavolo sarebbe stata 25 milioni più il cartellino di Alexis Salemaekers, proposta che sarebbe stata declinata dalla squadra capitolina. Arrivato a gennaio 2020 per 3,5 milioni di euro e poi riscattato l'estate seguente per altri 3,5 milioni di euro, oggi il belga vale circa 20 milioni di euro. Infine ci sarà da capire la situazione legata a Zlatan Ibrahimovic: lo svedese si incontrerà a breve con Maldini e Massara e si valuterà il suo futuro, anche in base alle prime risposte che Ibra avrà avuto dal suo ginocchio. Il club è disponibile a fargli un contratto 'a gettone', con ingaggio legato ai traguardi di squadra e personali se Zlatan starà bene e fornirà adeguate garanzie fisiche.

Cedibili

Ante Rebic è nella lista dei cedibili: l'ultima stagione, costellata dagli infortuni, non ha permesso al croato di incidere come avrebbe voluto: il classe 1993, è sempre stato considerato un imprescindibile da Pioli che lo ha utilizzato tanto nel ruolo di esterno sinistro d'attacco del suo 4-2-3-1 (sua posizione naturale), quanto in quello di centravanti in alternativa a Giroud e Ibra. Rebic era arrivato al Milan nell'estate del 2019 nell'ambito dello scambio messo in piedi con l'Eintracht Francoforte che aveva visto André Silva fare il percorso inverso. Pagato 6,7 milioni di euro, dopo l'iniziale stagione di prestito oggi ha una quotazione interessante anche a livello europeo. E’ dunque possibile che il club sacrifichi il numero 12 per poter poi acquistare un altro attaccante centrale, oltre Divock Origi. Sempre più lontano da Milanello il futuro di capitan Romagnoli: sulle sue tracce ci sarebbe sempre la Lazio (il giocatore sarebbe stato richiesto esplicitamente da Sarri che va verso il rinnovo con i biancocelesti) ma sono possibili gli inserimenti di pretendenti come Fiorentina e Valencia: il club del neo tecnico Gattuso ha messo nella lista dei desideri anche Tiémoué Bakayoko. Nei prossimi giorni il club dovrebbe poi avere un incontro con la dirigenza del Real Madrid per parlare della situazione legata a Brahim Diaz. Il numero 10 rossonero ha ancora un anno di prestito in rossonero, con Pioli propenso a tenere il calciatore almeno un altro anno.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?