Alessandro Bastoni
Alessandro Bastoni

Milano - La dirigenza dell'Inter continua a lavorare per blindare i suoi gioielli. Uno lo ha già “messo al sicuro”, almeno a livello contrattuale. Alessandro Bastoni, come ha ricordato il suo agente Tullio Tinti in un'intervista a Tuttomercatoweb.com, ha da poco firmato un accordo migliorativo, in linea con lo status raggiunto. Quando è stato acquistato era un giovane promettente con davanti la prospettiva di qualche viaggio in prestito a farsi le ossa. Ne è bastato uno di un anno al Parma, poi Antonio Conte ha deciso di concerto con la società di trattenerlo a Milano e nel giro di pochi mesi ne ha fatto un titolare fisso. Un perno della difesa a tre che Simone Inzaghi ha confermato. Nel mezzo uno Scudetto e un Europeo, pur vissuto in gran parte dalla panchina. Ora Mancini gli ha dato spazio in Nations League e la prospettiva è quella di raccogliere le redini di Bonucci-Chiellini.

Impossibile che le grandi d'Europa, con tanti soldi in tasca, non si siano accorti di lui. “Ha firmato un contratto poco tempo fa – ha ricordato in tal senso il suo agente Tullio Tinti a Tuttomercatoweb - Il Newcastle? Non l'ho ancora sentito, mi auguro che mi chiami ma Bastoni per ora ha la maglia dell'Inter addosso ed è felicissimo in nerazzurro”. Solo in caso di richiesta esplicita da parte del club, mai arrivata finora, Bastoni potrebbe svestire il nerazzurro. Per ora non sembra questo il momento.

L'Inter ha già dovuto cedere due pezzi da novanta come Hakimi e Lukaku, rinunce dolorose a livello tecnico quanto remunerative guardando al bilancio. Se il prossimo sarà nettamente migliore rispetto a quello appena approvato dal Consiglio d'Amministrazione con un rosso da record sarà anche grazie a quei due addii. Non ci sono ancora avvisaglie per una terza cessione di rilievo e il calciatore ha una posizione netta in merito. “Le società sono delle aziende e devono fare i conti com'è giusto che sia. La proprietà ha avuto problemi e o vendeva o si arrangiava in qualche modo, come ha fatto – ha detto ancora Tinti - Se dovesse essere messo sul mercato Bastoni valuteremo, ma abbiamo firmato un contratto e lo vogliamo rispettare. Vuole restare solo all'Inter, tifa per questa squadra fin da bambino: è un problema che non esiste”.