Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
25 gen 2022
25 gen 2022

Alstom, per il terzo anno arriva la certificazione Top Employer

Ambiente di lavoro da premio per la multinazionale che nei prossimi mesi assumerà 300 nuovi profili in Italia, per un totale di 7.500 in tutto il mondo

25 gen 2022
Alstom Trasport
Alstom
Alstom Trasport
Alstom

Sesto San Giovanni (Milano), 25 gennaio 2022 - Per il terzo anno consecutivo, Alstom Italia è stata certificata “Top Employer 2022”. Si tratta di un attestato che premia l'impegno di una società nel creare un miglior ambiente di lavoro e attesta l'eccellenza delle sue politiche. Dall'ultima indagine, condotta presso il personale, oltre l'80 per cento degli intervistati si è detto orgoglioso di lavorare per la multinazionale leader nel campo della mobilità smart e sostenibile.

“Siamo estremamente orgogliosi di avere ricevuto ancora una volta la certificazione Top Employer. Questa distinzione premia il nostro costante impegno per fare di Alstom uno dei migliori ambienti di lavoro al mondo - spiega Anne-Sophie Chauveau-Galas, chief human resources officer di Alstom -. A fronte della forte domanda di mobilità ecoresponsabile e smart, intendiamo attrarre 7.500 nuovi talenti. Con una presenza in oltre 70 Paesi, offriamo opportunità di lavoro internazionali nei settori della produzione, dei software, dell'engineering e dei servizi a persone che desiderino fare concretamente la differenza per il nostro pianeta”.

Con un portafoglio di commesse del valore di 77,8 miliardi di euro, nel 2022 il Gruppo prevede un’imponente campagna di assunzione a livello mondiale. Si tratta di circa 6.000 ingegneri e manager, per la maggior parte in Europa e Asia-Pacifico, e di 1.500 operatori e tecnici, principalmente in Europa, Nord America e America Latina. Queste assunzioni sono legate a progetti per materiale rotabile, impianti di segnalazione e servizi. Globalmente, l'engineering rappresenta la metà delle posizioni aperte permanenti.

In Italia Alstom è presente con più di 3.500 persone in 10 siti e oltre 30 depositi. I piani di sviluppo del business di Alstom nel Paese portano a una stima del fabbisogno di circa 300 unità nei prossimi 18 mesi nei settori materiale rotabile, manutenzione e riparazione, sistemi per il controllo in sicurezza del traffico ferroviario e metropolitano e infrastrutture. Le assunzioni riguarderanno in Lombardia il polo di Sesto San Giovanni e nelle altre regioni le sedi di Savigliano, Bologna, Bari, Firenze, Nola e Roma. In tutte le proprie sedi, Alstom applica già dal 2017 politiche di smartworking.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?