It’s Prodigy vola a Las Vegas per il Ces. Di cosa si occupa e perché è fra le migliori start-up al mondo

Musab Hijazi, fondatore della società specializzata in soluzioni per aziende sulla base di big data e intelligenza artificiale, racconta come in pochi anni ha aumentato il fatturato del 400%

Musab Hijazi, fondatore e ceo di It's Prodigy
Musab Hijazi, fondatore e ceo di It's Prodigy

Milano, 5 gennaio 2024 – Una milanese a Las Vegas, la start-up It’s Prodigy – specializzata in consulenza e soluzioni in big data e intelligenza artificiale per piccole e grandi aziende - sarà al padiglione italiano del Ces negli States, il più importante evento del Tech al mondo, dal 9 al 12 gennaio.

Fondata nel 2017 in pochi anni ha registrato +400% del fatturato, ora quasi a 3 milioni, grazie a un team di 50 sviluppatori fra Milano, Dubai, San Francisco e Lussemburgo.

Anima lombarda, vocazione internazionale, lo sguardo è sul mondo. Sono loro che hanno inventato la piattaforma intelligente che raccoglie dati e li traduce in report grazie comandi vocali tagliando tempi e costi.

Un sistema che "ascolta" le parole dei manager e le fissa in relazioni e in collaborazione con Deloitte ha già prodotto 6mila documenti con raccolta e analisi dei dati veloci e low-cost.

Poi c’è la "visura digitale" che permette di mappare con un click il livello di informatizzazione di una ditta, permettendo all’azienda di capire su cosa deve lavorare per migliorare la propria visibilità in termini di marketing e di Seo, ovvero di ottimizzazione per motori di ricerca. In cantiere ci sono anche nuovi progetti come la piattaforma basata sull’utilizzo di droni, sensori e internet delle cose per la gestione delle cave di marmo.

La start-up di via Monte Napoleone è il "traghetto" verso Industria 4.0 che molte grosse compagnie e piccole società stano scegliendo sempre più in Italia e fuori dai confini del Paese per il grande salto verso il futuro. Fra qualche giorno all’appuntamento americano sotto l’ala di Ice, l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, la società presenterà le ultime novità partorite dai propri esperti.

"Il nostro obiettivo è dare la possibilità a grossi gruppi e Pmi di crescere in competitività grazie al digitale – spiega il ceo e fondatore Sano Musab Hijazi, nato a Damasco e approdato prima in Veneto e poi a Milano con questo progetto – per farlo offriamo a tutti soluzioni avanzate dal punto di vista tecnologico tagliate su misura".

Una strada imboccata dalla pubblica amministrazione, da banche, assicurazioni, risorse umane, logistica, ristorazione, moda, i settori coperti dai milanesi, vincitori del Premio America Innovazione 2023 della Fondazione Italia-Usa, dedicato alle migliori giovani imprese di casa. E nel 2024 It’s Pordigy punta a espandersi in Canada e Australia. "Vogliamo aumentare il giro d’affari, investire in nuove competenze e irrobustire la nostra collaborazione con privati e istituzioni. Ma guardiamo anche all’estero e la vetrina del Ces è un’occasione unica per portare l’innovazione italiana sui mercati internazionali".

In cassaforte ha già collaborazioni con realtà di primo piano da Fincons, a Fastweb, al Gruppo Scai.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro