Milano, 6 gennaio 2018 - Sono 50 milioni i visitatori dei musei italiani nel 2017. A renderlo noto è il ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini. "I dati definitivi segnano il nuovo record per i musei italiani: superata la soglia dei 50 milioni di visitatori e incassi che sfiorano i 200 milioni di euro, con un incremento rispetto al 2016 di circa +5 milioni di visitatori e di +20 milioni di euro".

E' quanto emerge dai dati dell'Ufficio statistica del Mibact sui risultati dei musei statali nel 2017. Come è andata la Lombardia?  La regione è in quinta posizione con 1.850.605 visitatori con un +1,10% rispetto al 2016.  La Lombardia è preceduta dal Lazio (23.047.225), Campania (8.782.715), Toscana (7.042.018). I tassi di crescita dei visitatori più elevati sono stati registrati in Liguria (+26%), Puglia (+19,5%) e Friuli Venezia Giulia (15,4%).

Per quanto concerne i luoghi più visitati buone notizie da Milano: significativa crescita in classifica della Pinacoteca di Brera al 17esimo posto (+7 posizioni). Nel dettaglio, per la Pinacoteca di Brera nel 2017 ci sono stati 364.541 visitatori rispetto ai 343.173 del 2016 con un incremento del 6,2%. Il Cenacolo Vinciano perde due posizioni della Top 30 (16esimo posto), ma vede crescere il numero di visitatori (+1,4%) che passano dai 410.693 del 2016 ai 416.337 dello scorso anno. 

Anche quest'anno i 5 luoghi della cultura statali più visitati d'Italia sono il Colosseo (oltre 7 milioni di visitatori), Pompei (3,4 milioni di visitatori), gli Uffizi (2,2 milioni di visitatori), la Galleria dell'Accademia di Firenze (1,6 milioni di visitatori) e Castel Sant'Angelo (1,1 milioni di visitatori).