Pasolini, un ricordo
Pasolini, un ricordo

Milano, 3 aprile 2018 -  Mercoledì 4 aprile, alla Fabbrica del Vapore, inaugura la mostra dedicata a Pier Paolo Pasolini a più di quarant’anni dalla sua morte, nell’ambito del palinsesto di “Novecento italiano”, progetto del Comune di Milano inteso a celebrare eventi e personalità del XX secolo.

Pier Paolo Pasolini, attento osservatore dei cambiamenti della società italiana dal secondo dopoguerra sino alla metà degli anni settanta nonché figura a tratti controversa, suscitò spesso forti polemiche e accesi dibattiti per la radicalità dei suoi giudizi, assai critici nei riguardi delle abitudini borghesi e della nascente società dei consumi. Tutta la sua opera si intreccia con i grandi scenari del Secolo scorso: le guerre, gli equilibri del pianeta, le povertà, il rapporto con la religione.

L’Associazione Le Belle Arti, in collaborazione con il Museo d'Arte Moderna e dell'informazione di Senigallia (An) e con I.T.S. Pier Paolo Pasolini di Milano, propone il ricordo di Pier Paolo Pasolini nell’opera di un folto gruppo di artisti della contemporaneità, diversi per linguaggi e generazioni. La mostra, a cura di Renato Galbusera, già docente di Pittura all'Accademia di Belle Arti di Brera e Giuliano Patti, storico, racchiude 46 opere di altrettanti artisti, fra cui Paolo Baratella, Mino Ceretti, Fernando De Filippi, Gioxe De Micheli, Fabio Sironi.

Inaugurazione: 4 aprile ore 18.30

Orari: da martedì a domenica dalle 10.30 alle 19.30, ingresso libero