"Vogliamo lavorare per la comunità". E 660 firme sostengono il sodalizio

La Rosa di Gerico tiene un incontro pubblico a Segrate per presentare la sua storia e future iniziative, supportata da oltre 660 firme di una petizione online. Personalità importanti come Giovanni Falanga e Maria Aurelia Caburosso hanno partecipato, ribadendo l'intenzione di restare nella città.

"Vogliamo  lavorare per la comunità". E 660 firme sostengono il sodalizio

"Vogliamo lavorare per la comunità". E 660 firme sostengono il sodalizio

Forti della petizione online che ha ricevuto oltre 660 adesioni la Rosa di Gerico ha organizzato ieri un incontro pubblico, aperto a tutta la cittadinanza, dove ha presentato la storia e le iniziative future che la realtà intende intraprendere. L’iniziativa si è tenuta in via Sandro Pertini 30 dove sono intervenuti Giovanni Falanga, psicologo, presidente de la Rosa di Gerico e responsabile psicopedagogico; Maria Aurelia Caburosso, presidente dell’associazione Per Elda e Villaggio della madre e del fanciullo nonché ex ospite nella villa di via Pertini e Velio Degola, psicoterapeuta e docente dell’Università di Ferrara. Un incontro durante il quale è stata ripercorsa la storia de la Rosa di Gerico e della casa di via Pertini. È stata ribadita l’intenzione di restare a Segrate supportata dalla testimonianza delle ex ospiti di Rosa di Gerico. Un’iniziativa per resistere alla quale hanno preso parte numerosi cittadini.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro