Vita e morte di Falcone e di “U Parrinu“ Pino Puglisi

Iniziata la pre-rassegna "Aspettando la Primavera della legalità" a Buccinasco, con spettacoli dedicati alle scuole e incontri per parlare di mafia e legalità. Focus su formazione e memoria di chi ha lottato contro le mafie. Prossimi appuntamenti: mostre, film, incontri e concerti.

Con gli spettacoli dedicati alle scuole, sono cominciati gli appuntamenti di “Aspettando la Primavera della legalità“, la pre-rassegna di questi giorni che porterà, da domani al 18 aprile, alla serie di incontri organizzati in sinergia tra i Comuni di Buccinasco, Cesano Boscone, Corsico e Trezzano sul Naviglio per parlare di mafia e legalità. Buccinasco ha proposto per le scuole medie tre spettacoli: “Bum ha i piedi bruciati“, sulla vita del giudice Giovanni Falcone, “Se dicessimo la verità“, opera-dibattito di Giulia Minoli ed Emanuela Giordano che racconta le storie di chi combatte contro la criminalità organizzata, e “U Parrinu“, sulla vita di don Pino Puglisi. "Investire sulla formazione è importante – commenta la vicesindaca di Buccinasco Rosa Palone – affinché si faccia memoria di chi ha sacrificato la propria vita per contrastare le mafie, ancora presenti e attive sul nostro territorio". La “Primavera della legalità“ proporrà poi mostre (“L’Agenda ritrovata“, “Macelleria Palermo“), proiezioni di film, la marcia, incontri con le testimonianze dei parenti delle vittime, con le forze dell’ordine e la magistratura, concerti e convegni. Fra.Gri.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro