Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
21 mag 2022

Violenze sessuali su tre minori, pene fino 8 anni

21 mag 2022
Sono tre gli uomioni di 25, 34 e 61 anni condannati per violenza
Sono tre gli uomioni di 25, 34 e 61 anni condannati per violenza
Sono tre gli uomioni di 25, 34 e 61 anni condannati per violenza
Sono tre gli uomioni di 25, 34 e 61 anni condannati per violenza
Sono tre gli uomioni di 25, 34 e 61 anni condannati per violenza
Sono tre gli uomioni di 25, 34 e 61 anni condannati per violenza

Violenze sessuali su tre minorenni, in tempi diversi. Tre uomini di 25, 34 e 61 anni sono stati condannati a pene comprese tra i 6 e gli 8 anni di reclusione con rito abbreviato perché accusati, a vario titolo, di violenze sessuali nei confronti di tre ragazzine con l’aggravante dell’uso di alcol e anche per aver, in un caso, realizzato e diffuso video pedopornografici.

Lo ha deciso il gup Lorenza Pasquinelli a seguito dell’inchiesta coordinata dal pm Francesca Gentilini e condotta dal Nucleo tutela donne e minori della polizia locale, che nel febbraio 2021 aveva portato ai tre arresti e a far emergere casi di violenze da parte del gruppo su altre donne.

Le indagini scattarono nel dicembre 2020 quando una 14enne si presentò alla clinica Mangiagalli raccontando di aver subito violenza da parte di un conoscente 25enne e di un suo amico 30enne, entrambi di origine sudamericana, dopo che il primo le aveva dato appuntamento in zona Bignami. Il giovane le aveva detto che sarebbero usciti con altri amici, ma all’incontro si era presentato soltanto insieme al 33enne.

I due avevano acquistato delle birre in un supermercato e poi avevano portato la ragazzina in uno scantinato in zona e, dopo averla fatta bere diversi bicchieri abusarono di lei. Dopo che aveva perso i sensi, la 14enne si era risvegliata e si era fatta riaccompagnare a casa. Raccontò subito tutto alla madre e insieme andarono poi al pronto soccorso.

Le intercettazioni disposte successivamente hanno poi confermato il racconto della vittima, mentre con le testimonianze di altre persone gli investigatori sono riusciti a risalire a un’altra ragazza violentata nel marzo 2020 dal 25enne in concorso in quel caso con il 61enne. Quella volta, secondo l’accusa il più giovane avrebbe realizzato e diffuso anche video.

E poi un altro caso ancora nel corso delle indagini emerse con lo stesso schema sempre a carico del terzetto. Con la sentenza di ieri (inflitte condanne rispettivamente a 8 anni, 7 anni e 4 mesi e 6 anni) sono stati anche decisi i risarcimenti provvisionali da 15mila euro che gli imputati dovranno versare ad ognuna delle tre minorenni.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?