San Donato, scontro comune sindacati sul terzo turno dei vigili. Le pattuglie di sera e di notte non partono

Il sindacato Sulpl chiede maggiori incentivi per fidelizzare gli agenti e migliorare le condizioni di lavoro

Una pattuglia della polizia locale

Una pattuglia della polizia locale

San Donato Milanese (Milano) – Vigili in azione anche la sera e di notte? Il progetto del Comune dI introdurre il terzo turno, non piace ai sindacati che hanno dichiarato lo stato di agitazione tra il personale della polizia locale.

Succede a San Donato, dove il programma di estendere l’orario di servizio del comando di via Martiri di Cefalonia è da mesi al centro di un braccio di ferro tra l’ente locale e i sindacati. "Gli attuali numeri - 20 agenti e 4 ufficiali, con alcune fuoriuscite già in agenda, e ulteriori 3 agenti impossibilitati a svolgere servizi esterni per ragioni mediche - non rendono il servizio sostenibile", attacca il sindacato Sulpl, col segretario provinciale Sergio Bazzea.

Tra i motivi anche la mancanza, all’interno del comando, di una cella di sicurezza dove ricoverare gli eventuali arrestati e il fatto che "la maggioranza degli agenti di San Donato è formata da personale con meno di due anni di servizio, pertanto con un’esperienza piuttosto limitata. Va precisato che è in atto da diversi anni un continuo e incessante turn over, dettato da condizioni non appetibili per i lavoratori".  

Già nei mesi scorsi il Sulpl aveva rilanciato sulla necessità di fidelizzare gli agenti con maggiori incentivi economici, per evitarne la continua migrazione verso altri comandi, primo fra tutti quello di Milano. Da rivedere indennità e modalità di accesso al servizio mensa. Il terzo turno dei ghisa, con tre pattugliamenti a settimana, avrebbe dovuto partire già il mese scorso, ma è stato messo in stand by proprio per le rimostranze del sindacato. Adesso si aspetta che venga esperito un tentativo di conciliazione tra le parti, davanti al Prefetto.

Il Comune rilancia sul terzo turno, "visto anche l’approssimarsi della bella stagione, con un numero maggiore di persone che la sera si intrattengono fuori - osserva il sindaco Francesco Squeri -. I bandi per l’inserimento di nuovo personale restano la sola strada percorribile: c’è un concorso, con 40 candidati, per 3 nuovi agenti".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro