Via le barriere architettoniche: 34 milioni per M2

MILANO Investimenti del Comune per il rinnovamento delle strutture delle metropolitane milanesi: la Giunta ha approvato due delibere che prevedono complessivamente...

Investimenti del Comune per il rinnovamento delle strutture delle metropolitane milanesi: la Giunta ha approvato due delibere che prevedono complessivamente oltre 34 milioni di interventi di potenziamento della tratta e superamento delle barriere architettoniche sulla linea M2. In un caso si tratta di 21 milioni e 160mila euro per l’ammodernamento dei ponti e viadotti nel tratto da Cascina Gobba a Cologno Nord. In quella tratta la metropolitana è completamente fuori terra e i treni viaggiano in quota su una serie di ponti e viadotti a scavalco della viabilità ordinaria esistente o di corsi d’acqua. Si interverrà sui ponti sopra via Rizzoli e fiume Lambro e a scavalco della Tangenziale Est, sui sovrappassi su via Padova e via Palmanova, sui viadotti paralleli tra via Palmanova e viale Martesana, sul viadotto Cologno, sul manufatto cosiddetto “Solettone” e sul sovrappasso di via Neruda. Le strutture risalgono a epoche differenti, alcune tra gli anni ‘60 o ‘70 mentre i più recenti ampliamenti riguardano la realizzazione del quarto binario negli anni ‘90.

I ponti presentano quindi un diverso stato di conservazione e differente comportamento, per questo motivo sono differenti gli interventi che verranno fatti per prolungarne la vita utile e per l’adeguamento statico. Potranno variare, a seconda della necessità, dalla sostituzione degli apparecchi di appoggio, al ripristino dei giunti ammalorati, alla riparazione o integrazione del sistema di raccolta del reflusso delle acque. La Giunta ha approvato anche i progetti di riqualificazione e il superamento delle barriere architettoniche in alcune fermate del ramo nord-est della linea M2, per un valore complessivo di 13 milioni e 166mila euro. In questo caso, visto che la disponibilità economica deriva da economie di gara del progetto principale di potenziamento degli impianti elettrici già programmati, si sono individuate alcune stazioni come prioritarie in base allo stato di manutenzione: Cimiano, Cassina de’ Pecchi, Gessate, Vimodrone, Crescenzago, Cascina Burrona, Cologno Sud, Cologno Centro, Cologno Nord, Cernusco sul Naviglio, Villa Pompea e Cascina Antonietta. Gli interventi, a seconda delle esigenze rilevate, consisteranno nella realizzazione di nuovi ascensori e rampe fisse dove non presenti, nell’adeguamento delle pavimentazioni esistenti risanando o inserendo i percorsi tattili per ipovedenti, nel rifacimento bagni pubblici con contestuale adeguamento per persone diversamente abili, oltre a eventuali interventi di ristrutturazione eventualmente necessari. In vista delle Olimpiadi del 2026, sono in programma anche ulteriori interventi per il superamento delle barriere architettoniche nelle fermate di Moscova, Piola, Inganni, Sant’Ambrogio, Cascina Gobba, Lanza, Bande Nere.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro