Vera Jarach, Narges Mohammadi. Spinelli e Jurij Dmitriev tra i Giusti

Pioltello commemora i Giusti che si opposero a genocidi e totalitarismi, celebrando figure come Spinelli e Mohammadi. Le scuole partecipano nonostante le previsioni di pioggia.

Uomini e donne che hanno saputo andare controcorrente. Sono i Giusti e domani alle 11 Pioltello li ricorda nella Giornata europea dedicata proprio a chi si è opposto a genocidi e totalitarismi rischiando in prima persona. Quattro le figure scelte quest’anno: Altiero Spinelli, uno dei padri dell’Unione, l’ebrea rifugiata in Argentina per scappare dalle leggi razziali Vera Vigevani Jarach, lo storico russo Jurij Dmitriev che ha preservato la memoria delle repressioni sovietiche e Narges Mohammadi (Iran), insignita lo scorso anno del Premio Nobel per la Pace. L’appuntamento è al Giardino dei giusti, in via Rieti inaugurato dalla giunta Cosciotti dopo il legame stretto con Gariwo, l’Organizzazione no profit presieduta dal giornalista Gabriele Nissim che ha promosso l’istituzione della ricorrenza internazionale che si tiene ogni anno il 6 marzo. Protagoniste della commemorazione, le scuole. Il Comune ha già confermato la cerimonia anche se il bollettino meteo dà pioggia. Bar.Cal.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro