Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
6 ago 2022
6 ago 2022

Usura giù del 44%. "Ma poche denunce"

6 ago 2022

"In due anni abbiamo ricevuto appena 800 telefonate a livello nazionale (poco più di una al giorno). E solo il 15% legate a corruzione o a questioni di stampo mafioso. Purtroppo, pochi denunciano". Lo sottolinea Maria Josè Fava, responsabile di Linea Libera, servizio telefonico gratuito, promosso dall’associazione Libera, che si rivolge a chi assiste "a episodi opachi, condotte corruttive o di stampo mafioso e intenda segnalarli o denunciarli. Tende la mano anche a chi vive è vittima di estorsione o usura". Chi segnala all’operatore, viene poi accompagnato nel percorso di denuncia. "Ma la quantità delle denunce è irrilevante", aggiunge Fava. Anche a fine novembre del 2020, in piena emergenza Covid, la responsabile della Direzione distrettuale Antimafia Alessandra Dolci aveva constatato che "durante questi mesi di pandemia alla Dda di Milano non è giunta alcuna denuncia per usura mentre le indagini evidenziano che vi sono evidenti interessi da parte degli usurai ad acquistare esercizi commerciali a costo vile". Affermazioni durante la presentazione dello studio di Confcommercio Milano, Lodi Monza e Brianza “La criminalità ai tempi del Covid“. "Sempre dalle indagini si evince che ci sono dei commercianti che, nonostante il periodo di profonda crisi, pagano il pizzo".

Nel 2021 i casi di estorsione e usura nella zona di Milano e dintorni sono diminuiti del 44,1%. Questi i dati emersi dall’analisi condotta da “Mine crime”, il primo database italiano sulla criminalità geo-localizzata, per Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza. Secondo la ricerca i casi di usura sono stati 33, rispetto ai 59 del 2020. L’area metropolitana di Milano è quella che presenta più casi: 17 di estorsioni (-29,2%) e 8 di l’usura (-27,3%). Le zone più critiche: piazza Selinunte, via Padova e la Barona. "I nostri “sportelli“ sono le nostre associazioni di commercianti – afferma Mario Peserico, vicepresidente Confcommercio con delega a contraffazione, abusivismo e sicurezza –. Siamo in contatto con il Comitato Antimafia del Comune e abbiamo in mente di affrontare una valutazione approfondita, per criticità diffuse ma non drammatiche, cominciando dai Municipi 7 e 9". M.V.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?