Quotidiano Nazionale logo
18 gen 2022

Università, si riparte in punta di piedi

Scritti in presenza (o a prova di cavilli), orali spesso da casa. Studentati quasi pieni. Tutto online alla Iulm: i fuorisede torneranno a febbraio

simona ballatore
Cronaca
Prime lezioni alla Statale di Milano
Prime lezioni alla Statale di Milano
Prime lezioni alla Statale di Milano

di Simona Ballatore Riparte “in punta di piedi“ l’università, tra campus che iniziano a popolarsi e fuorisede che attendono il vero inizio delle lezioni prima di tornare a Milano o che fanno capolino solo per gli esami. Orali spesso ancora da remoto (come in Statale, Bicocca e Cattolica), scritti ovunque in presenza (ad eccezione della Iulm), anche per bybassare il problema dei sistemi anti-copiatura ed evitare contenziosi, dopo il precedente in Bocconi (multata a settembre dal Garante della privacy, al quale si era rivolto uno studente inglese, per i software utilizzati durante l’emergenza). Anche quando per “casi Covid“ gli scritti traslocano online, regna la cautela nonostante protocolli “a prova di cavilli“: si usa la telecamera in diretta, si mette in lockdown il browser, si evitano registrazioni. Restano online sia gli scritti che gli orali alla Iulm, che ha optato per un’altra strategia: "È stata fatta una scelta di prudenza per gli esami – conferma il rettore, Gianni Canova – per garantire una condizione di equità e omogeneità, visto il grande numero di positivi al Covid e di quarantene tra gli studenti, ma anche tra i docenti. Stiamo preservando l’ateneo, evitando diventi sede di un possibile focolaio, anche in vista delle lezioni di febbraio e per tutelare la didattica in presenza, per noi fondamentale". Per questo, al momento, gli universitari che fanno capolino in via Bo sono quelli del master, per i quali sono già iniziate le lezioni. Gli scritti si fanno a distanza, a gruppetti. I prof cercano di evitare copiature, "ma non sono gendarmi, puntiamo più sulla ’moral suasion’: se si copia ci si fa un danno da soli e i test non sono a crocette", ricordano dall’ateneo. Che lo scritto da casa non sia poi così facile lo si vede dai voti: ci sono più bocciature rispetto agli esami ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?