Un attestato di gratitudine per chi sostiene la comunità

CUSANO MILANINO Un attestato di gratitudine "perché anche la parola grazie è fondamentale e dovremmo dirla più spesso. Questa vuole...

Un attestato di gratitudine per chi sostiene la comunità

Un attestato di gratitudine per chi sostiene la comunità

Un attestato di gratitudine "perché anche la parola grazie è fondamentale e dovremmo dirla più spesso. Questa vuole essere la serata della semplicità tra persone della stessa comunità che hanno fatto del bene agli altri". Il sindaco Valeria Lesma ha voluto aprire le premiazioni con il Centro antiviolenza Venus e un ricordo per Giulia Cecchettin e le 107 vittime di femminicidio. Oltre cento donne all’anno arrivano al centro Venus e stasera il consiglio comunale cusanese discuterà una mozione proprio per portare nelle scuole un programma di offerta formativa ad hoc. La “serata del grazie“ ha visto sul palco associazioni, singoli cittadini, giovani uniti dalla solidarietà. Come Tommaso Cazzaniga, Alessandro Boriani e Leonardo Bonissi, che hanno usato giorni liberi e ferie per spalare il fango durante l’alluvione in Emilia Romagna. "Abbiamo deciso di dare una mano ai bisognosi con l’aiuto dell’oratorio e don Diego. Abbiamo raccolto del materiale e con un pullmino siamo partiti per Bagnacavallo", raccontano. Don Giampaolo e i volontari del teatro Giovanni XXIII sono stati premiati per aver permesso la riapertura della struttura dopo la pandemia. "Sono stati fondamentali nel ridare un servizio che è per tutta la comunità", ha spiegato il sacerdote. Sul palco anche Niwanthi De Silva, promessa del basket e interprete in ambasciata, la Protezione civile, i ragazzi e gli educatori del cdd che ogni giovedì puliscono il quartiere, missionari, persone di cultura e impegnate nel sociale. La.La.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro