Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
23 giu 2022

Tunnel metrò, sopralluogo a sorpresa

Il sindaco Ghilardi ha verificato l’andamento delle opere: "Cronoprogramma in linea ma iter lungo"

23 giu 2022
dilaura lana
Cronaca
Cantiere infinito avviato nel 2011 e ancora lontano dalla conclusione
Cantiere infinito avviato nel 2011 e ancora lontano dalla conclusione
Cantiere infinito avviato nel 2011 e ancora lontano dalla conclusione
Cantiere infinito avviato nel 2011 e ancora lontano dalla conclusione
Cantiere infinito avviato nel 2011 e ancora lontano dalla conclusione
Cantiere infinito avviato nel 2011 e ancora lontano dalla conclusione

di Laura Lana

Da un lato ci sono gli operai della ditta De Sanctis che continuano a lavorare nel tunnel della M1, dove ci sarà il raccordo con la M5. Dall’altra parte l’area è ancora vuota in attesa che l’operatore dell’ex Auchan prenda in consegna le opere da completare. Un cantiere infinito, avviato nel 2011, quello che Giacomo Ghilardi è andato a visitare. Un sopralluogo non programmato, "per constatare di persona a che punto sono i lavori e proseguire nell’azione di sollecito con comunicazioni e atti ufficiali". A mesi di distanza dall’ultima visita pubblica, impermeabilizzazione, sostegni, allargamento della galleria per "ospitare" l’interconnessione tra le due linee sono stati completati. "Il responsabile del cantiere ci ha accompagnato per illustrarci nel dettaglio l’intervento. Si sta proseguendo l’opera di consolidamento del tunnel – spiega il sindaco -. Per quanto riguarda il tratto di Cinisello in direzione Sesto Restellone, le lavorazioni di preparazione sono sostanzialmente terminate". Il prolungamento di 1,6 chilometri della linea rossa, con la fermata Restellone e il nuovo capolinea Bettola, avrebbe dovuto essere inaugurato per Expo 2015. Due imprese fallite, varianti in corsa e rifinaziamenti dell’opera hanno dilatato i tempi fino a una consegna che si stima per l’anno prossimo. "Nonostante l’aver appreso che il cronoprogramma sia sostanzialmente in linea con l’ultimo aggiornamento, l’iter è ancora lungo e complesso – ammette Ghilardi -. Del resto, si tratta di un’opera faraonica, che ha subìto parecchi ritardi, un aumento dei costi spropositato e diversi intoppi". Senza contare che il progetto di oggi, dal punto di vista strutturale, nulla ha più a che fare con quello che venne messo a gara oltre 10 anni fa.

"È subentrato il prolungamento della linea lilla e, successivamente, anche quel tracciato come da nostra richiesta è stato modificato, andando a impattare sulla rossa. Lungo il tratto verso Monza i macro lavori di scavo al rustico della galleria sono a buon punto: si vede la luce in fondo al tunnel, nel senso letterale del termine. Il grosso del lavoro consiste proprio nell’allineare l’intersezione delle M1 e M5". Il vero nodo, però, resta l’ex Auchan, dove progettazione e lavori si sono bloccati: oltre alla riconversione dell’area, le diverse proprietà devono realizzare anche alcuni manufatti essenziali sempre per la metropolitana.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?