Milano, controlli in Stazione Centrale
Milano, controlli in Stazione Centrale

Milano, 8 settembre 2016 - Per presidiare i treni nel giro di tre mesi la polizia ferroviaria in Lombardia tra giugno e agosto ha impiegato 7784 pattuglie. L'attività della Polfer ha permesso di identificare 15577 persone. Gli agenti hanno arrestato 78 persone e ne hanno denunciate 466. I treni scortati doni stati 3425. La polizia ha anche elevato 374 contravvenzioni a passeggeri che hanno infranto il regolamento ferroviario. Nel corso dell'estate sono avvenuti 15 suicidi e due tentati suicidi. Gli investimenti mortali accidentali sono stati tre.

Durante i mesi estivi, sono state organizzate alcune giornate di controlli straordinari, per evitare gli attraversamenti illeciti dei binari. Per questo servizio sono stati impiegati 213 agenti, che hanno presidiato 111 stazioni e hanno fatto 29 multe. A Milano le pattuglie impiegate sono state 4935, che hanno identificato 7576 persone, ne hanno arrestate 74, denunciate 369. I treni scortati sono stati 1607, le contravvenzioni sono state 186, i suicidi 5 a cui si aggiunge un tentativo di suicidio. Nel capoluogo lombardo si è verificato anche un tentativo di investimento mortale.

In stazione Centrale sono stati arrestati 14 nomadi, tra cui due minorenni, che derubavano gli ignari turisti stranieri, in viaggio verso diverse località italiane. Le nomadi venivano avvistate, dai poliziotti in borghese appostati sui treni, mentre camminavano a piedi lungo la massicciata ferroviaria, per giungere alla Stazione Centrale evitando i controlli di sicurezza previsti ai gate di accesso alla zona binari dello scalo ferroviario. Le donne, inoltre, alla vista dei poliziotti, per evitare di essere fermate, scappavano con il bottino lungo il groviglio di rotaie che si trova proprio all'ingresso della stazione, mettendo in pericolo non solo se stesse e gli altri viaggiatori ma l'intera circolazione ferroviaria.