Trenord, treni in ritardo e disagi: settimana d’inferno. “Ridateci almeno il bonus che è stato sospeso”

All’attacco il Comitato pendolari del Sud Milano e del Lodigiano

Treni in ritardo e disagi. Settimana d’inferno

Treni in ritardo e disagi. Settimana d’inferno

Ritardi e cancellazioni: per i pendolari dei treni è andata in archivio una settimana difficile, punteggiata di disagi sulle corse della S1 e della S12, gestite da Trenord e molto frequentate anche dall’utenza del Sud-Est Milanese. "Ridateci almeno il bonus ritardi, che al momento risulta sospeso", invocano dal Comitato pendolari del Sud Milano e del Lodigiano, un organismo che, fondato da Massimo Baldi e Giusy Messina per dare voce ai viaggiatori, da anni si batte per un miglioramento del servizio su rotaia. Tra le richieste c’è quella di un potenziamento della S12, la linea ferroviaria che oggi assicura il collegamento tra Melegnano e Milano-Bovisa e della quale circolano solo 8 corse giornaliere, 4 di andata e 4 di ritorno.

L’attivazione di ulteriori corse era prevista per l’inizio del 2024, "ma finora non c’è traccia dell’annunciato potenziamento, che sarebbe prezioso per rendere il servizio più funzionale. Con l’estensione oraria della S12 si andrebbe ad alleggerire la S1 Saronno-Lodi, che nelle fasce di punta viaggia stracarica". Una mozione a favore di un potenziamento della S12, con la richiesta di valutare anche un prolungamento della linea dall’attuale capolinea di Melegnano fino a Lodi, è stata presentata a Sordio da Anna Elisabetta Baroni, consigliera comunale di opposizione. Il documento verrà discusso giovedì. Una mozione a favore della S12 è stata protocollata di recente anche a Melegnano. In questo caso, la necessità di assicurare ai viaggiatori un servizio più efficiente è ribadita dall’ex sindaco Rodolfo Bertoli e dall’ex vicesindaco Ambrogio Corti, consiglieri comunali di minoranza con la lista Progetto Melegnano.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro