Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
19 mar 2022

Torna (finalmente) il post-scuola

L’annuncio del sindaco via social: si parte il primo di aprile. E anche al nido e alla materna ci si affida alle “Mad“

19 mar 2022
simona ballatore
Cronaca
Una protesta dei genitori al Trotter contro la contrazione degli orari negli asili comunali
Una protesta dei genitori al Trotter contro la contrazione degli orari negli asili comunali
Una protesta dei genitori al Trotter contro la contrazione degli orari negli asili comunali
Una protesta dei genitori al Trotter contro la contrazione degli orari negli asili comunali
Una protesta dei genitori al Trotter contro la contrazione degli orari negli asili comunali
Una protesta dei genitori al Trotter contro la contrazione degli orari negli asili comunali

di Simona Ballatore

La notizia, attesa da due mesi e mezzo, arriva poco prima delle 18.30 via social, direttamente dalla pagina del sindaco Giuseppe Sala: "Da aprile, con la fine dello stato di emergenza, riprende il servizio di post scuola". Cinquemila famiglie aspettavano una data, dopo che l’orario prolungato era stato sospeso a gennaio. "Credo che non ci sia notizia più attesa dalle tante famiglie che torneranno ad affidare i propri figli alle cure di asili nido e scuole dell’infanzia comunali fino alle 18": ne è consapevole il primo cittadino, anche alla luce del pressing via mail e pure via social. Non c’era “post“ senza richiesta di post scuola fra i commenti. "A gennaio ci siamo visti costretti a sospendere il servizio, non senza comprendere le difficoltà – scrive Sala –, è stata una scelta dovuta all’aumento dei contagi e alle conseguenti assenze per malattia, all’obbligo vaccinale per tutto il personale educativo e alle prescrizioni di legge relative al servizio, una su tutte la divisione in “bolle” dei bambini". Ringrazia per la pazienza, e lancia la novella. Che in pochi minuti colleziona 270 pollici in su e decine di commenti: "Non so se siamo più contenti noi genitori o lei sindaco, che non riceverà più le nostre lettere e i nostri fiori. In ogni caso direi che è un win-win", ironizza una mamma. Mentre c’è chi porta ancora rancore e chi ricorda che aprile va dal primo al 30. Precisa però che "con la fine dell’emergenza sanitaria, da venerdì 1 aprile riparte il servizio" la vicesindaco e assessore all’Educazione Anna Scavuzzo: "Nei prossimi giorni saranno date informazioni più dettagliate alle famiglie che ne usufruiscono". "Siamo consapevoli che è necessario ogni sforzo per minimizzare il peso che le assenze del personale hanno comportato sull’orario ordinario – continua –. Oggi la giunta ha approvato le linee di indirizzo per una procedura sperimentale di reperimento del personale educativo per assunzioni d’urgenza a tempo sia per i nidi sia per le scuole dell’infanzia: le cosiddette “Mad“, le messe a disposizione. Questo sistema ci permetterà un reperimento di personale per sostituzioni, consentendo di attingere da un bacino più ampio rispetto a quello delle graduatorie per tutti i servizi educativi 0-6".

"Potremo anche contare su una quota aggiuntiva di personale di cooperativa", tira le somme la vicesindaco, ricordando a seguito dei copiosi commenti che "il sistema bolle non è ancora superato". Il post scuola però ora ha una data: "Era possibile farlo prima? No, altrimenti lo avremmo fatto". Così ripete la domanda ricorrente e risponde anche a chi dice che "un quarto d’anno è passato" e chiede di portarsi avanti per assicurarlo anche nel 20222023.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?