Migranti
Migranti

Alta tensione in via Corelli. Stavolta non stiamo parlando del nuovo Centro di permanenza per il rimpatrio, nelle scorse settimane di due rivolte degli irregolari da espellere, bensì del centro d’accoglienza straordinaria che si trova poco più avanti, nella caserma Mancini, al civico 176.

Lì giovedì mattina sono arrivati gli agenti del commissariato Lambrate per notificare il provvedimento di revoca delle misure di assistenza al ventiseienne senegalese Korka D. Il giovane centrafricano ha subito opposto resistenza, spalleggiato anche da altri ospiti della struttura: ne è nata una colluttazione, durante la quale due poliziotti sono rimasti contusi (sono stati medicati al San Raffaele e dimessi entrambi con due giorni di prognosi).

Il ragazzo è stato bloccato a fatica e ammanettato: ora dovrà rispondere di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Per fortuna, la situazione è tornata alla normalità dopo pochi minuti, anche se all’uscita la Volante è stata colpita da un sasso, lanciato da alcuni ospiti per protestare contro l’allontanamento del senegalese.