Taglio del nastro del pontile dei kayak a Lainate sul Canale Villoresi

Il Canale Villoresi di Lainate offre ai cittadini la possibilità di praticare sport acquatici come kayak e canoa. È stato inaugurato un pontile d'imbarco con un cancelletto di sicurezza, accessibile liberamente seguendo le regole di navigazione del Consorzio Villoresi.


Taglio del nastro del pontile dei kayak a Lainate sul Canale Villoresi

Taglio del nastro del pontile dei kayak a Lainate sul Canale Villoresi

Il Canale Villoresi regala colori che non ti aspetti. A tenere il battesimo pagaiando sul primo kayak messo in acqua dal nuovo porticciolo di Lainate è la sportivissima Danila Maddonini, vicesindaca con deleghe a Sport e Cultura. "Una grande gioia per essere riusciti ad avere il pontile di approdo. Ci sono voluti 5 anni per realizzare il progetto. Però oggi è realtà a disposizione di tutti i cittadini che possono anche iscriversi all’associazione Asd Kayaklainate per sostenere e promuovere le varie attività. A settembre ci sarà anche un progetto per le scuole per far conoscere e diffondere questa disciplina", il commento di Maddonini ieri mattina al taglio del nastro del porticciolo d’imbarco insieme a Daniela Tessaro presidente dell’Asd Kayaklainate che qui organizza attività sportive e ludiche. La struttura è stata realizzata sulle sponde del canale a ridosso di un’area polisportiva dove si possono trovare impianti di rugby, padel, pumptrack oltre alla piscina. "Una base per sport in acqua in uno dei principali poli sportivi della città. Questo progetto amplierà l’offerta della pratica sportiva per giovani e meno giovani", aggiunge la vicesindaca. Il pontile è facilmente raggiungibile parcheggiando alla piscina comunale di Lainate (via Circonvallazione Ovest), da qui si prosegue a piedi per qualche centinaio di metri attraversando il percorso vita. L’opera è stata attrezzata con un cancelletto di sicurezza. L’accesso è libero e consentito alle persone secondo le regole di navigazione del Consorzio Villoresi che ha competenza sulle acque del canale. Prima di mettersi in acqua con kayak o canoa è consigliabile fare un corso base: "Sul canale bisogna stare attenti ai sifoni vicino all’imbarco e alle rive alte", sottolineano gli istruttori.

Monica Guerci