Studenti in piazza Fontana: "Basta manganelli"

Studenti e associazioni a Milano protestano contro la repressione e per difendere il diritto di manifestare. Mobilitazioni anche nelle scuole superiori.

Studenti in piazza Fontana: "Basta manganelli"

Studenti in piazza Fontana: "Basta manganelli"

"Le vostre manganellate non ci fermeranno, basta repressione": con questo slogan oggi alle 17 scenderanno in piazza Fontana l’Unione degli Universitari di Milano, Pavia e Bergamo insieme a Unisì, Rete della Conoscenza Milano, all’Ugs Lombardia, alla Cgil e ad altre liste studentesche e associazioni "per difendere il nostro diritto a manifestare e ad esprimere dissenso". Il riferimento è ai cortei studenteschi a sostegno del popolo palestinese che si sono tenuti a Pisa, a Firenze, a Catania. "Le manganellate e altre forme di violenza non solo minacciano la sicurezza e il benessere della comunità studentesca (e non solo), ma rappresentano anche un attacco diretto alla libertà di espressione e alla democrazia stessa - scrivono in una nota congiunta -. La nostra democrazia è in crisi, stiamo vivendo una repressione del dissenso sempre più esplicita, dove l’apologia di fascismo è invece quasi promossa".

Di qui l’appello "a tutta la cittadinanza e alle organizzazioni che si riconoscono all’interno di una società fondata sulla partecipazione e sul confronto a mobilitarsi per far sì che questi episodi repressivi non passino sotto il nostro silenzio e per difendere il diritto costituzionale di manifestare". Proseguono intanto le mobilitazioni anche alle scuole superiori: dopo le cinque occupazioni - dal Severi Correnti al liceo scientifico Bottoni, passando dai classici Manzoni, Beccaria e Virgilio - e dopo il sit-in al Leonardo da Vinci si annuncia un’altra settimana di proteste. "Questo periodo di attivazione studentesca non si fermerà qui, ma continuerà e si allargherà sempre di più, finché non avremo ottenuto quello che chiediamo", promettono dall’Unione degli Studenti, in rete anche con il movimento studentesco francese Mnl, “La foce lycéenne“.

Si.Ba.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro