Stop al gioco d’azzardo. Campagna sulle vetrine

Il Comune di Rho, in collaborazione con l'Asst Rhodense e altre istituzioni, lancia il progetto "Non giochiamoci il futuro" per contrastare il gioco d'azzardo. Verranno installate vetrofanie con il numero del Servizio Dipendenze e si terranno eventi di sensibilizzazione dal 5 al 7 aprile. L'obiettivo è creare spazi di gioco sano e supportare chi è affetto da dipendenza.

Centinaia di vetrofanie con la scritta "Stop al gioco d’azzardo" e il numero del Servizio Dipendenze dell’Asst Rhodense (02.994304940) da installare sulle vetrine dei negozi e in altri luoghi. E un weekend di eventi, dal 5 al 7 aprile, per informare e sensibilizzare sul gioco d’azzardo. Anche l’Asst Rhodense collabora per sostenere il progetto "Non giochiamoci il futuro" promosso dal Comune di Rho in collaborazione con altre istituzioni, le forze dell’ordine, scuole, agenzie educative, associazioni di volontariato e parrocchie. Obiettivo: contrastare ogni forma di gioco di azzardo con azioni di sensibilizzazione, formazione e creazione di luoghi in cui si possano trovare spazi dove giocare in modo sano. Dopo aver sottoscritto nel maggio 2023 il Patto di Comunità, il Dipartimento di salute mentale ora scende in campo. "L’Asst Rhodense si fa quotidianamente carico di tutte le situazioni legate alla dipendenza da gioco d’azzardo, un fenomeno che riguarda tutte le fasce d’età e che vede coinvolti anche gli adolescenti - dichiara Emiliano Gaffuri, direttore socio-sanitario -. Attraverso il nostro Servizio Dipendenze garantiamo la presa in carico di situazioni di fragilità". Ro.Ramp.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro