Sportivi e vincenti a Pioltello: "Atleti di cui andare orgogliosi"

Premiati Ivan Spada, 14enne promessa del motociclismo e campione italiano Junior Aprilia 250 e Iman Mahdavi, lottatore di origini iraniane che parteciperà alle Olimpiadi con la squadra dei Rifugiati.

Sportivi e vincenti a Pioltello: "Atleti di cui andare orgogliosi"
Sportivi e vincenti a Pioltello: "Atleti di cui andare orgogliosi"

Star di casa in passerella. Protagonisti di “Sportivi e vincenti“ Iman Mahdavi, il lottatore di origini iraniane che la prossima estate parteciperà alle Olimpiadi di Parigi nella squadra dei Rifugiati; il giovanissimo Ivan Spada, 14enne promessa del motociclismo e campione italiano Junior Aprilia 250; e Giulio Dubbioso, ricercatore del Cnr e primo italiano ad aver completato il circuito internazionale di Triathlon estremo, Dal palco ha già espresso l’intenzione "di triplicare percorsi e obiettivi entro il 2025". Vere glorie nel loro campo, volti noti conosciuti ben oltre i confini di casa. Dietro i successi storie di riscatto, di crescita, di fatica. In una parola, un esempio per tutti. Ad accoglierli l’assessore alla partita Claudia Dotti: "Con questa iniziativa premiamo le eccellenze della nostra città – spiega –: atleti che con i loro traguardi sono un orgoglio per tutti, dei quali non si può che andare fieri". Un riconoscimento esteso "a tecnici e allenatori che con dedizione e passione aiutano ogni giorno tanti giovani anche dal punto di vista educativo".

L’edizione è stata particolarmente prestigiosa per i successi soprattutto a livello internazionale raggiunti dal Lotta Club Seggiano, che ha fatto incetta di premi in una stagione che per la società si è chiusa con il titolo di Campione d’Italia Open a squadre. Fra le sue fila, un autentico vivaio, è cresciuto Iman, in partenza per la Ville Lumière. "Lo sport non rafforza solo il corpo, ma anche la mente, lo spirito e il cuore, è uno strumento di crescita e coesione sociale – sottolinea Dotti –. Per questo siamo sempre vicini alle associazioni. Le incoraggiamo perché pensiamo che il loro lavoro sia fondamentale".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro