Inter-Atletico, specchietti auto rotti dai tifosi spagnoli e Daspo per un 20enne che nascondeva fumogeno nei pantaloni

Milano, l’imponente dispositivo di sicurezza ha scortato gli oltre 2.500 tifosi spagnoli. In corso gli accertamenti per identificare gli autori dei danneggiamenti alle vetture in sosta

Inter-Atletico Madrid a San Siro

Atletico Madrid's supporters burn flares during the UEFA Champions League last 16 first leg football match Inter Milan vs Atletico Madrid at the San Siro stadium in Milan on February 20, 2024. (Photo by Marco BERTORELLO / AFP)

L’imponente servizio d’ordine disposto dalla questura di Milano in occasione della partita Inter-Atletico Madrid che si è disputata stasera allo stadio Meazza, valevole per l’andata degli ottavi di finale di Champions League, ha regolamentato la scia di tifosi spagnoli arrivati in città. 

Nel pomeriggio, oltre 2.500 tifosi dell’Atletico si sono radunati all’Arco della Pace e, dopo essersi compattati, sono stati scortati dai reparti inquadrati delle forze dell’ordine, alla fermata MM Pagano per dirigersi, a bordo di vetture metropolitane dedicate e ordinarie, alla stazione MM Lotto. Durante il corteo, i tifosi ospiti hanno danneggiato gli specchietti retrovisori di alcune auto in sosta lungo il percorso con pronto intervento del dispositivo di sicurezza; per tali fatti sono in corso accertamenti volti all’identificazione degli autori tramite l'acquisizione delle immagini di videosorveglianza.

Da piazzale Lotto, i supporters dell’Atletico, continuamente monitorati dal dispositivo di sicurezza, sono stati guidati verso il parcheggio ospiti per iniziare le operazioni di prefiltraggio alla struttura sportiva. Il questore di Milano Giuseppe Petronzi ha emesso un Daspo della durata di un anno nei confronti di un 20enne spagnolo che, durante i controlli per accedere al Meazza, è stato trovato in possesso di un fumogeno nei pantaloni e due petardi della tasca del giubbotto. Il provvedimento inibisce l’accesso a tutti gli impianti sportivi del territorio nazionale e degli altri Stati membri dell’Unione Europea ove si disputeranno tutte le manifestazioni calcistiche, anche amichevoli, dei campionati italiani nonché dei tornei internazionali e nazionali, Uefa Champions League, Uefa Europa League, Coppa del mondo per Club FIFA, Supercoppa UEFA. Il divieto è esteso anche agli incontri di calcio disputati all’estero dalle squadre italiane e dalla Nazionale Italiana.

Il dispositivo di ordine pubblico predisposto dalla questura ha poi monitorato il deflusso dei tifosi interisti e dei tremila spagnoli che hanno lasciato lo stadio Giuseppe Meazza: polizia, carabinieri e guardia di finanza hanno assicurato che i supporters spagnoli si dirigessero in direzione centro città a bordo dei treni metropolitani organizzati con Atm per il loro trasporto.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro